Infezione intestinale: sintomi, trattamento e prevenzione negli adulti

L'infezione intestinale è un gruppo di malattie in cui i principali sintomi sono febbre, segni di intossicazione e disturbi del tratto gastrointestinale.

I microrganismi che causano queste malattie vengono trasmessi, principalmente attraverso le mani sporche..

Le malattie più gravi si verificano nei bambini e negli anziani, ma possono causare gravi complicazioni nei giovani..

Il trattamento farmacologico e la dieta sono obbligatori per questi tipi di infezione..

Agenti patogeni delle infezioni intestinali

Esistono molti agenti causali di infezione intestinale..

Sia i batteri che i virus possono svolgere il loro ruolo ed è impossibile dire in modo inequivocabile quale di essi è peggio: ogni microbo ha le sue tossine, con l'aiuto delle quali avvelena il corpo umano. I principali agenti causali dell'infezione intestinale nei bambini e negli adulti sono:

  • colera;
  • dissenteria;
  • halophylosis;
  • salmonellosi;
  • campilobatteriosi;
  • Escherichiosi causata da batteri patogeni;
  • rotavirus;
  • adenovirus;
  • enterovirus.
L'avvelenamento da tossina stafilococcica, il botulismo non appartengono alle infezioni intestinali, occupando una nicchia chiamata "toxicoinfezioni di origine alimentare". Anche le lesioni fungine e gastrointestinali causate da protozoi (giardia, ameba) sono leggermente separate, quindi non le considereremo.

La fonte di infezione sono le persone - pazienti con forme gravi e cancellate della malattia o portatori di questa infezione (di solito solo batterica).

Il periodo infettivo per ogni infezione è diverso, ma con un'infezione batterica di solito ci vuole un periodo di tempo dall'esordio dei primi sintomi al pieno recupero. Con le malattie virali, una persona continua a essere una fonte di infezione fino a 2-3 settimane dopo che svanisce tutti i segni della malattia.

I microbi vengono escreti principalmente con le feci, ma possono anche essere trovati nelle urine, nella saliva e nel vomito. Non c'è immunità a tutti questi microrganismi, vale a dire, anche se una persona ha avuto un qualche tipo di malattia intestinale, allora la possibilità di contrarre lo stesso tipo di infezione dopo poco tempo.

Sono infettati dal paziente per ingestione di un microbo attraverso la bocca. Questo di solito si verifica quando consumato:


  • acqua o latte crudo;
  • quei prodotti che non possono essere trattati termicamente (torte alla crema, prodotti lattiero-caseari fermentati);
  • carne non trattata termicamente;
  • uova di uccelli bevute crude o parzialmente cotte / fritte;
  • uso di asciugamani, stoviglie, contatto con i sedili del gabinetto, le maniglie delle porte, i giocattoli della casa in cui il paziente vive o lavora, dopo di che una persona sana non si è lavata le mani;
  • nuotare con acqua deglutita in acque aperte.
Le infezioni intestinali virali possono anche essere trasmesse da goccioline trasportate dall'aria. La suscettibilità a tutti questi microrganismi è universale.

Più probabilità di essere infettati in tali categorie della popolazione:


  • persone anziane;
  • neonati prematuri;
  • i bambini hanno nutrito miscele artificiali;
  • persone con immunodeficienze;
  • bambini nati con patologie del sistema nervoso;
  • persone con alcolismo.

Sintomi di un'infezione intestinale negli adulti

Il periodo di incubazione è di 6-48 ore. Prima un adulto sviluppa sintomi dal consumo di cibo infetto, più grave sarà un'infezione intestinale..

Quindi si sviluppano le seguenti sindromi:

1) Intossicazione, che si manifesta con tali sintomi:


  • debolezza;
  • mal di testa;
  • dolori muscolari;
  • vertigini;
  • nausea.
2) La temperatura corporea sale a numeri diversi.

3) Sindrome gastrica:


  • mal di stomaco;
  • nausea;
  • dopo aver mangiato o acqua - vomito, dopo che diventa più facile.
4) Sindrome enterica: non c'è quasi nausea e vomito, solo all'inizio, ma compaiono frequenti feci molli.

5) Sindrome colitica: dolori nell'addome inferiore, dolorosa voglia di defecare e anche il viaggio stesso, "alla grande", è doloroso. Le feci sono radi, con muco e sangue. Dopo la defecazione, non diventa più facile nello stomaco.

6) Una combinazione dei tre suddetti sintomi in varie combinazioni.

Ogni infezione è caratterizzata dalla sua combinazione di questi sintomi, ma non è necessariamente osservata ogni volta..

A volte che tipo di infezione è può essere giudicato dalle feci del paziente:


  • nella salmonellosi, le feci sono frequenti, liquide, con verdure (dicono "fango paludoso");
  • con Escherichiosi, le feci sono liquide, possono essere di colore giallo-arancio;
  • colera e halophilesis causano una perdita di feci acquose, in cui si trovano scaglie biancastre di muco;
  • con dissenteria, feci - con muco e sangue;
  • l'infezione da rotavirus è caratterizzata da una feci molli marrone schiumose con un odore molto spiacevole.
Fare una tale diagnosi per natura delle feci è irrazionale, quindi, prima di iniziare la terapia antibiotica, viene effettuata una diagnosi di questa malattia, volta a identificare l'agente patogeno. La terapia avrà lo scopo di eliminare una vasta gamma di batteri che si pensava causassero la malattia..

Diagnosi di infezione intestinale

Viene fatta una diagnosi preliminare in base al quadro clinico della malattia, alla natura del cibo consumato e all'aspetto delle feci.

Il prossimo passo nei bambini è condurre un test rapido per la presenza di infezione da rotavirus: così dopo 10 minuti, dopo aver ricevuto le feci, puoi scoprire se questa infezione intestinale è causata o meno dal rotavirus.

Se il test è negativo, Vengono eseguiti i seguenti metodi diagnostici:


  1. 1) Seminare feci, lavaggi e vomito su vari mezzi nutritivi per identificare i batteri che hanno causato la malattia. Il risultato arriva solo dopo 5 giorni.
  2. 2) Metodi sierologici: determinazione di anticorpi specifici nel sangue a vari virus e batteri mediante ELISA, RA, RPGA e RNGA. Il sangue per questi studi non viene prelevato da una vena il primo giorno di malattia, il risultato arriva tra qualche giorno in più.
  3. 3) Studio PCR del genoma di alcuni batteri nel biomateriale.
  4. 4) Gli studi strumentali (sigmoidoscopia, colonscopia e altri) possono solo rilevare cambiamenti nell'intestino caratteristici di una particolare malattia. Aiutano e valutano la sconfitta del tratto digestivo.

Come trattare un'infezione intestinale?

1) Prima di tutto, il trattamento dell'infezione intestinale inizia con il fatto che a una persona viene prescritta una dieta.

Escluso dalla dieta

  • :
  • Latticini;
  • verdure crude, bacche e frutta;
  • cibi fritti;
  • oleosa;
  • salato;
  • acuto;
  • affumicato;
  • insalate.
2) Una persona dovrebbe assumere un assorbente: Atoxil, Enterosgel, Smecta quattro o cinque volte al giorno.

3) Un fattore importante è il rifornimento di perdite di liquidi che si sono verificate con feci, vomito e febbre. Cioè, oltre alla sua norma fisiologica, una persona dovrebbe ricevere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno (calcolo per adulti). Puoi provare a restituire questo liquido con un drink. Devi bere acqua senza gas, composta di frutta secca, un brodo molto debole di rosa selvatica. È inoltre necessario utilizzare preparazioni salate pronte diluite con acqua bollita: Regidron, Humana, Oralit e altri.

Se una tale quantità non può essere bevuta, è necessario contattare un ospedale, dove questo fluido verrà somministrato per via endovenosa. Dovresti anche consultare un medico se in un bambino piccolo si osservano diarrea e vomito (anche più volte). Prima dell'arrivo del distretto o "ambulanza" devi provare a berlo con acqua o tè, dando 5 ml ogni 10 minuti.

4) Terapia antibatterica - viene presa se si sospetta un'infezione batterica. In alcuni casi, l'assunzione di Norfloxacina in compresse è sufficiente, in altri può essere necessaria la somministrazione intramuscolare o endovenosa di farmaci più "forti". La scelta del farmaco viene effettuata da un medico di malattie infettive.

5) Trattamento sintomatico: con sintomi di gastrite, Omez, Ranitidina sono prescritti; con nausea - Tserukal.

6) Preparazioni di bifidobatteri e lattobacilli: Enterogermina, Yogurt, Bio-Gaya, Enterol.

previsione

Di solito, la prognosi è favorevole - sia per il recupero che per la vita - a condizione che venga eseguito un corso completo e adeguato di terapia antibatterica e reidratazione.

In rari casi, possono formarsi forme settiche gravi delle suddette infezioni batteriche. A volte si forma un trasporto lungo e persino permanente di questi batteri..

Prevenzione delle infezioni intestinali

Non esiste una profilassi specifica (cioè vaccini o toxoidi) per nessuna di queste infezioni..

Si applicano solo misure preventive non specifiche:


  • rispetto delle misure igieniche individuali;
  • acqua bollente e latte prima dell'uso;
  • lavarsi le mani dopo aver usato la toilette;
  • rifiuto di mangiare uova crude (anche raccolte dai propri uccelli);
  • trattamento termico sufficiente della carne;
  • revisione meticolosa delle date di scadenza di quei prodotti che si intende acquistare;
  • lavare verdure, bacche, erbe, frutta prima di mangiare;
  • conservazione dei prodotti finiti in frigorifero;
  • rifiuto di nutrire i neonati con latte di mucca o di capra non diluito;
  • mantenere adeguate condizioni sanitarie nella casa / appartamento;
  • se qualcuno è malato in famiglia - bollendo tutti i suoi piatti, rifiutando di mangiare cibo da un piatto, disinfettando le feci con preparati clorurati.

Quale medico dovrei contattare per il trattamento?

Se, dopo aver letto l'articolo, supponi di avere sintomi caratteristici di questa malattia, allora dovresti chiedere il parere di un gastroenterologo.

Infezione intestinale

Il pianeta è abitato da un numero enorme di microrganismi che portano benefici e danni al corpo umano. La scienza che studia i microrganismi si chiama microbiologia. La morfologia distingue due tipi opposti di microrganismi: procarioti ed eucarioti (rispettivamente assenza e presenza di un nucleo formato). I patogeni causano infezioni intestinali.

Infezione intestinale - una malattia che colpisce il sistema digestivo, portando a disidratazione, diarrea. Rappresenta un gruppo di malattie, si riferisce a malattie comuni. Colpisce bambini e adulti. Più spesso le persone con bassa immunità si ammalano, i bambini del primo anno di vita, le persone che bevono alte dosi di alcol. I bambini rappresentano il 50% della popolazione malata.

Le malattie intestinali sono di natura infettiva, le cause delle malattie sono microrganismi patogeni. Segni comuni di infezioni intestinali sono diarrea, febbre, vomito e dolore addominale. Le malattie intestinali sono caratterizzate da sintomi inerenti a un particolare tipo di infezione. I segni determinano il tipo di infezione intestinale. È importante diagnosticare correttamente: alcune manifestazioni dell'infezione sono simili ad altre gravi malattie (pseudocisti del pancreas, intossicazione alimentare di un'eziologia sconosciuta causano dolore addominale, brontolio). I sintomi dell'infezione intestinale nell'adulto e nei bambini sono simili.

La causa principale delle infezioni intestinali è una persona infetta. Alloca i microbi con feci, vomito, urina alle persone e agli oggetti circostanti. L'isolamento dei microrganismi patogeni inizia con la prima manifestazione della malattia, termina con la completa scomparsa di sintomi sospetti.

Esistono tre modi per trasmettere le malattie intestinali:

  • fecale orale;
  • domestico;
  • aerotrasportato.

L'infezione si verifica con il metodo orale-fecale attraverso l'acqua non bollita, l'uso di cibo avariato (latticini, prodotti a base di acido lattico, pasticceria, carne, semilavorati di carne). L'infezione da microbi appare in violazione degli standard sanitari, dell'igiene personale. La probabilità di catturare Escherichia coli appare dove cucinano cibo in condizioni inadeguate. Gli agenti causali dell'infezione non hanno paura delle basse temperature, diventano pericolosi quando si conservano alimenti in frigorifero. È importante rispettare il termine per la conservazione dei prodotti. Al momento dell'acquisto, guarda le date di scadenza, non assumere la panna montata con una scadenza di uno o due giorni.

Più spesso i patogeni entrano nell'intestino umano attraverso i seguenti prodotti:

  1. Staphylococcus aureus - con l'uso di maionese, creme.
  2. Bacillus cereus - menu di riso.
  3. Cholera vibrio ed E. coli - ingoiando acqua infetta da stagni, laghi, bevendo acqua di rubinetto non bollita.
  4. Clostridia - infezione nei reparti ospedalieri.
  5. Salmonella: cottura di pollo non lavato, uova strapazzate.
  6. Yersinia - cucinare carne infetta.

Il prossimo metodo di infezione da malattie intestinali è la famiglia. Una persona viene infettata da scorte di sapone, stoviglie, bordo del water e altri oggetti domestici infetti. Le persone sane, toccando oggetti infetti, portano i germi di mano in bocca, che entrano nel tratto digestivo. Il meccanismo di trasmissione dell'infezione intestinale supporta il metodo nutrizionale: i batteri patogeni entrano nel corpo attraverso la bocca. Pertanto è importante utilizzare il proprio asciugamano, asciugamano, tazza.

Le infezioni intestinali virali sono trasmesse da goccioline trasportate dall'aria da starnuti e tosse. Una persona malata saluta le mani con un amico - quindi gocce di saliva cadono nelle mani di una persona sana, i microbi si infettano. Il virus si diffonde istantaneamente in gruppi stretti - asili, scuole, teatri, in occasione di eventi di massa. Il periodo di incubazione delle infezioni intestinali va dalle 10 alle 50 ore.

Conclusione: il motivo principale per contrarre un'infezione intestinale è un banale disprezzo per gli standard di igiene personale.

Esistono più di trenta tipi di infezioni intestinali nel mondo. Considera le specie conosciute.

batterico

Le infezioni batteriche entrano nel corpo attraverso mani sporche, verdure non lavate, frutta, liquido non bollito. Le infezioni sono divise in sierogruppi (un gruppo di batteri con un antigene comune). In base alle proprietà tintorie, si distinguono i batteri gram-positivi (stafilococco) e i gram-negativi (salmonella). A seconda dei batteri che causano l'infezione, viene prescritto un antibiotico appropriato..

Si distinguono le seguenti malattie batteriche comuni..

La salmonellosi è un'infezione batterica. I microbi entrano nell'intestino umano attraverso latticini, prodotti a base di carne e uova. L'infezione umana proviene da persone malate, animali. L'infezione da Salmonella è espressa da un alto aumento della temperatura corporea del paziente, febbre, diarrea con un odore pungente. La malattia è grave, in un'intossicazione del paziente in casi eccezionali porta a edema cerebrale, attacco cardiaco.

Con l'infezione intestinale stafilococcica, l'infezione si verifica attraverso l'uso di torte cremose viziate, insalate scadute con maionese. I batteri del stafilococco si sviluppano con la salute umana indebolita. All'inizio della malattia, ci sono segni di infezioni respiratorie acute o infezioni virali respiratorie acute (febbre, tonsille rosse), iniziano il vomito, il muco nelle feci. L'aumento di stafilococco può essere diagnosticato erroneamente a causa di segni di raffreddore.

L'infezione intestinale tifoide viene trasmessa da una persona infetta attraverso le feci, l'urina. La malattia è accompagnata dalla comparsa di ulcere nell'intestino, che porta a una condizione pericolosa: rottura dell'intestino. All'inizio dell'infezione, il paziente ha una temperatura di 38 gradi, dolori muscolari, perdita di appetito. Ci sono dolori nell'intestino, sangue dal naso. Le gravi conseguenze dell'infezione da tifo portano a confusione, coma.

La dissenteria viene trasmessa da una persona malata, caratteristica di una società con un basso livello di igiene. Inizia acutamente, colpisce l'intestino crasso. Ai pazienti con una forma cronica di dissenteria viene raccomandato un trattamento in sanatori di un tipo speciale.

L'escherichiosi è una malattia intestinale, i batteri sono Escherichia coli enteropatogeni. Spesso i bambini nati prima del termine, le persone che hanno collegato la vita al viaggio ("diarrea del viaggiatore") sono affette dall'infezione. L'escherichiosi è caratterizzata da un inizio acuto, accompagnato da feci molli senza grave intossicazione del corpo. Una persona infetta ha mal di testa, appare debolezza generale.

Virale

Una persona viene infettata da infezioni intestinali virali in violazione degli standard sanitari, contatto con un paziente starnuto.

Una comune infezione virale è il rotavirus, "influenza dello stomaco". Spesso i rotavirus infettano grandi gruppi: asili, scuole, università. Dopo il rotavirus, una persona è malata in una forma leggera. L'infezione è accompagnata da febbre, segni di SARS (congestione nasale, arrossamento della gola). I medici raccomandano di abbatterlo sopra i 38 gradi Celsius - una temperatura simile uccide i microrganismi patogeni. L'agente causale dell'infezione da rotavirus è resistente al gelo, alla candeggina.

L'infezione intestinale da enterovirus si manifesta con febbre, diarrea, eruzioni cutanee. La forma acuta della malattia, che colpisce il cuore, il sistema muscolare del corpo, è caratteristica.

L'infezione da adenovirus provoca adenovirus. A differenza dei rotavirus e degli enterovirus, l'infezione si verifica in rari casi. La malattia colpisce la mucosa nasale, la trachea, l'intestino.

protozoarie

L'infezione di una persona con un'infezione intestinale protozoaria (amebiasi, giardiasi, toxoplasmosi) si verifica attraverso l'uso di acqua grezza, se ingerita durante il nuoto in laghi, fiumi. Le infezioni sono caratterizzate da una natura protratta della malattia..

Metodi di trattamento

In una persona con una forte immunità, la malattia procede in una forma lieve, non richiede l'uso di droghe. Regimi terapeutici comprovati per le infezioni intestinali a casa spiccano. Segui una dieta, bevi molti liquidi. Se non si verifica un miglioramento, consultare un medico della clinica più vicina. Per il trattamento dei pazienti, vengono presi in considerazione i risultati dei test, i segni della malattia, la forma di diarrea.

I compiti dei medici davanti al paziente:

  1. Elimina i patogeni.
  2. Normalizza il sistema gastrointestinale, ottieni feci sane.
  3. Escludere intossicazione.

Non è facile scegliere i farmaci per il trattamento di un'infezione intestinale. Per combattere i patogeni dannosi, vengono utilizzati agenti di trattamento antibatterici: ciprofloxacina, levomicetina, metronidazolo. Amoxiclav ha dato risultati positivi. Un medico di malattie infettive può determinare il tipo di antibiotico.

L'intossicazione grave viene trattata in un ospedale. Per i pazienti con sindrome di disidratazione vengono somministrati contagocce. Regidron e Oralit sono usati indipendentemente per la somministrazione orale di rotavirus. A casa, è facile preparare soluzione salina invece di droghe.

Sorbenti: Smecta, Enterosgel, Filtrum sono alle prese con un disturbo intestinale. I farmaci elencati sono usati come rimedio per l'avvelenamento..

Il trattamento dell'infezione intestinale negli adulti prevede l'assunzione di eubiotici (probiotici). Il tipo di probiotico dipende dal tipo di malattia intestinale. Se al paziente viene diagnosticata un'infezione intestinale di natura batterica, vengono presi Linex, Bifidin. Con il rotavirus vengono prescritti l'infezione da enterovirus, il lattobatterio e il primadofilus. Le malattie intestinali fungine vengono trattate in combinazione con Bifidumbacterin, Probifor. L'omeopatia offre un agente antivirale nel trattamento delle malattie intestinali.

Il trattamento dell'infezione intestinale è accompagnato dall'osservanza obbligatoria di una dieta parsimoniosa durante la malattia e il periodo di recupero. Per escludere l'ulteriore crescita di microbi patogeni, nella fase acuta della malattia, si consiglia ai pazienti di astenersi dal cibo.

Bere con un'infezione intestinale è abbondante e salutare. Acqua pura, composte di frutta secca fresca, gelatina, brodo di riso sono inclusi nella dieta.

Per curare un paziente infetto, il menu comprende cereali senza sale, zuppe di muco, varietà a basso contenuto di grassi di pollame, carne, pane sotto forma di cracker. Il cibo è cotto esclusivamente a vapore, in forma bollita e cotta al forno. I prodotti della diarrea sono considerati mirtilli, tè preparato, ciliegia di uccello, zucca. Escludere dal menu di pazienti prodotti lattiero-caseari, prodotti a base di acido lattico, dolciumi, verdure, frutta che causano fermentazione (barbabietole, legumi, uva), carne forte, zuppe di pesce. Puoi prendere il solito cibo dopo la normalizzazione dell'intestino..

La debolezza dopo una grave infezione intestinale persiste per una sola settimana.

Caratteristiche del corso durante l'infanzia

I sintomi, il trattamento negli adulti e in un bambino sono simili. Le infezioni gastrointestinali dei bambini sono più pronunciate. Le ragioni dell'infezione del bambino sono l'uso di prodotti lattiero-caseari di qualità indesiderabile, acqua non bollita, verdure non lavate, frutta, un adulto malato. Il bambino del primo e del secondo anno di vita si tira tutto in bocca, quindi raccoglie l'infezione più velocemente. Frequenti malattie intestinali nei bambini: infezioni da rotavirus e enterovirus, dissenteria, salmonellosi. Se il bambino si ammala all'asilo, la diffusione dell'infezione si verifica il più presto possibile, l'infettività dei bambini è alta.

Indipendentemente dal tipo di microrganismo patogeno, i segni di infezione intestinale sono caratterizzati da febbre (raggiunge i 39 gradi), diarrea e vomito. Il bambino inizia a gelare. Le infezioni intestinali portano alla disidratazione in ogni seconda storia. L'intossicazione si manifesta con grave sete, riduzione, cessazione della minzione, secchezza delle fauci. Il bambino non gioca, non mostra appetito, dorme. Nelle forme gravi, la fontanella affonda, la pelle diventa grigia, il bambino perde drammaticamente peso. Il primo soccorso consiste nel chiamare un medico, ricoverare un bambino - la disidratazione è pericolosa per i bambini. Esempi di effetti di intossicazione sono edema cerebrale, crampi, morte.

Con forme lievi del decorso della malattia, è possibile il trattamento dell'infezione nel bambino a casa. Acqua pulita e farmaci disintossicanti (Regidron) sono adatti per i bambini infetti. Il liquido viene erogato in piccole porzioni in modo da non provocare un attacco ripetuto di vomito. I medici credono: un clistere aiuterà a migliorare le condizioni del paziente.

Le compresse per le infezioni intestinali nei bambini sono prescritte da un medico. Tra gli antibiotici, Enterofuril è prescritto sotto forma di sospensione - è consentito per i bambini da 1 mese. Stopdiar è adatto ai bambini piccoli per eliminare i sintomi di un disturbo intestinale. Il farmaco contiene nifuroxazide, che elimina i batteri patogeni. Puoi somministrare un medicinale per l'infezione intestinale a partire dal secondo mese di vita del bambino. Cycloferon aiuterà a sbarazzarsi dell'infezione da rotavirus. Durata dell'uso determinata dal medico.

Ai bambini di età inferiore a 4 mesi non devono essere somministrate miscele di latte acido. Se il bambino è allattato al seno, non rifiutare di allattare. Il latte materno aiuterà il bambino a far fronte più rapidamente a un'infezione virale. I bambini più grandi useranno cereali nell'acqua (riso, grano saraceno), prodotti dietetici a base di carne (pollo, tacchino, lepre), kefir magro, ricotta. Dopo il trattamento, dopo 2-3 settimane vengono introdotti nuovi prodotti con la normalizzazione delle feci del bambino. Spesso dopo la diarrea, il bambino ha una costipazione grave.

Se il bambino ha spesso infezioni intestinali, consultare un immunologo. Il medico prescriverà un corso di farmaci rinforzanti generali (vitamine del gruppo A, B, C).

Come trattare i bambini da malattie intestinali, è meglio prevenirli. Insegna a tuo figlio la pulizia fin dalla prima infanzia!

Misure preventive

Misure preventive di azione - rispetto delle regole sanitarie: lavarsi le mani con sapone, trattare frutta, verdura, normalizzare l'intestino e lo stomaco. Nessun vaccino intestinale inventato.

Dopo aver visitato la strada, eventi pubblici, servizi igienici, lavarsi le mani. È meglio limitare l'uso di prodotti a base di acido lattico, maionese in estate. Non lasciare cibo durante la notte in cucina, tenerlo in frigorifero. Se trovi un odore sgradevole dalla carne, marcisci senza pietà il cibo in scatola con loro. È più probabile che i microbi vivano in prodotti grezzi. Prova ad acquistare prodotti in negozi affidabili. Frutta e verdura devono essere lavate accuratamente, è meglio che i bambini diano senza pelle. Mangia acqua bollita, non permettere ai bambini di bere dal rubinetto.

Se un membro della famiglia ha contratto un'infezione intestinale, adottare le seguenti misure preventive:

  1. Seleziona un asciugamano individuale per il paziente.
  2. Lavare accuratamente i piatti della persona infetta..
  3. Trattare le superfici del pavimento in cloro, le maniglie delle porte, l'impianto idraulico.

I pediatri registrati con bambini devono insegnare agli standard di igiene degli adulti (consulenza per i genitori durante gli esami di routine dei bambini).

Malattie infettive - comuni, hanno gravi conseguenze. Sono meglio avvisati che assumere farmaci..

Infezione intestinale

Che cos'è un'infezione intestinale?

Un'infezione intestinale è un gruppo di malattie con una lesione predominante del tratto gastrointestinale e sintomi simili causati da batteri, virus, funghi e parassiti..

La malattia è anche conosciuta come

Si trovano spesso i termini "infezione intestinale acuta" o "toxicoinfezione di origine alimentare". Vengono utilizzati quando non è installato l'agente causale dell'infezione. Se l'agente patogeno è definito, utilizzare i seguenti nomi:

  • tifo;
  • dissenteria;
  • colera;
  • Escherichiosis;
  • salmonellosi;
  • yersiniosi intestinale;
  • infezione da rotavirus;
  • colite pseudomembranosa;
  • botulismo e altri.

Nel dipartimento di danno al tratto gastrointestinale, ci sono:

  • gastrite - una lesione con localizzazione predominante nello stomaco;
  • enterite - danno all'intestino tenue;
  • colite - danno al colon;
  • gastroenterite - una combinazione di gastrite con enterite;
  • enterocolite - danno simultaneo all'intestino tenue e crasso;
  • gastroenterocolite - danno a tutte le parti del tratto digestivo.

Le cause

Gli agenti causali delle infezioni intestinali possono essere vari microrganismi:

  • batteri: shigella, salmonella, E. coli e altri;
  • virus - rotavirus, virus Norwalk, adenovirus, enterovirus;
  • parassiti (protozoi ed elminti) - ameba, giardia;
  • funghi - funghi del genere Candida.

Chi è a rischio

  • Persone con ridotta immunità (pazienti dopo chemioterapia, radioterapia, pazienti con infezione da HIV e altre immunodeficienze, pazienti dopo trapianto di organi e tessuti, assunzione di farmaci che sopprimono l'immunità);
  • mangiare regolarmente in luoghi di ristorazione pubblica;
  • collettivi chiusi - personale militare, campi per bambini e asili nido, istituti chiusi;
  • operatori sanitari di malattie infettive ospedali e dipartimenti, nonché qualsiasi personale che si occupa di pazienti con infezioni intestinali;
  • viaggiatori - a contatto con nuovi agenti patogeni, limitando nel contempo la disponibilità dei necessari prodotti per l'igiene;
  • nuotare in acque libere e in piscine poco curate;
  • non seguire le regole di igiene personale;
  • mangiare cibi di bassa qualità o non trasformati (frutta e verdura non lavate, uova, carne e pesce non trasformati termicamente, ecc.), nonché prodotti scaduti;
  • persone che sono state recentemente trattate con farmaci antibatterici.

Quante volte

Secondo alcuni rapporti, ogni anno vengono registrati in tutto il mondo fino a 4 miliardi di casi di infezioni intestinali, di cui circa 2 milioni di pazienti, compresi i bambini, muoiono per complicazioni. Più comunemente, le infezioni intestinali si trovano in Africa, Asia e America Latina. Queste sono alcune delle malattie più comuni al mondo..

Sintomi

Le manifestazioni principali sono sintomi di danno allo stomaco e all'intestino:

  • diarrea - feci molli più di 3 volte al giorno; oltre alla consistenza, il colore e l'odore delle feci possono cambiare, compaiono impurità estranee (pezzi di cibo non digerito, sangue, muco);
  • dolori addominali: possono essere associati a movimenti intestinali, modificare l'intensità e la localizzazione dopo che le feci sono passate;
  • nausea;
  • gonfiore, ebollizione nell'intestino;
  • falso impulso alle feci.

Sintomi di intossicazione generale:

  • aumento della temperatura corporea;
  • debolezza generale;
  • mancanza di appetito.

Con grave disidratazione, ci sono confusione e perdita di coscienza, crampi, calo della pressione sanguigna.

Diagnosi della malattia

Il medico chiederà delle caratteristiche nutrizionali prima dell'inizio dei primi sintomi, di sintomi simili tra parenti e colleghi, di visitare luoghi pubblici e lunghi viaggi. Ciò contribuirà a suggerire una serie di potenziali agenti patogeni..

Per stabilire la causa esatta dell'infezione intestinale, vengono utilizzati metodi diagnostici di laboratorio:

  • L'esame microbiologico (coltura) di feci e / o vomito consente di identificare l'agente eziologico nelle infezioni batteriche.
  • Il metodo di reazione a catena della polimerasi (PCR) in breve tempo consente di identificare i virus, che non possono essere eseguiti con metodi microbiologici.
  • I metodi sierologici rilevano anticorpi e antigeni di alcuni batteri patogeni (salmonella, shigella, campylobacter e altri) e virus (citomegalovirus, rotavirus, adenovirus e altri) nel sangue, nelle feci, nel vomito; il metodo non è adatto a tutti i tipi di agenti patogeni e di solito richiede una valutazione dei risultati in dinamica.
  • Un esame microscopico delle feci (coprogramma) viene utilizzato per determinare la grave violazione delle funzioni intestinali, in quale sezione del tratto digestivo si concentra l'infiammazione; in alcuni casi, ad esempio, con infezioni causate da protozoi, consente di identificare l'agente patogeno.
  • In un esame del sangue generale, vengono rivelati i segni di un processo infiammatorio: un aumento del livello dei leucociti e un cambiamento nella formula dei leucociti, un aumento dell'ESR.
  • Lo studio della concentrazione di potassio, sodio, cloro e altri elettroliti nel sangue ci consente di valutare la gravità della violazione del bilancio idrico-elettrolitico.
  • ALT, AST, bilirubina, marker di danno al pancreas (amilasi, lipasi) vengono utilizzati per determinare il coinvolgimento nel processo patologico del fegato e del pancreas.

Come ulteriori metodi diagnostici, il più delle volte con sospette complicanze, è possibile utilizzare:

  • esame endoscopico dell'intestino - per valutare le condizioni della mucosa e la biopsia;
  • Esame a raggi X degli organi addominali - per la diagnosi di colite complicata con perforazione della parete intestinale.

Trattamento

Obiettivi terapeutici

  • Eliminazione dei sintomi della malattia;
  • ripristino dell'equilibrio di fluidi e minerali;
  • rimozione dell'agente patogeno dal corpo;
  • prevenzione delle complicanze.

Stile di vita e aiuti

Con diarrea e vomito nel periodo acuto della malattia, è necessario:

  • consumare quanto più liquido possibile (bevande alla frutta, tè non zuccherato, gelatina e soluzioni speciali, come rehydron);
  • aderire a una dieta parsimoniosa: evitare cibi caldi e piccanti, latticini, uva, legumi; il cibo viene preferibilmente assunto in piccole porzioni fino a 5-8 volte al giorno;
  • utensili separati e articoli per l'igiene devono essere utilizzati.

Farmaco

  • I farmaci antibatterici sono prescritti solo se viene rilevato un agente infettivo. Tuttavia, per i bambini piccoli, i pazienti con sospette complicanze o medici immunocompromessi possono prescrivere subito antibiotici.
  • Il controllo della disidratazione è molto importante. Se bere non è abbastanza, vengono prescritti contagocce. La quantità di liquido necessaria è calcolata dal medico. Continua a combattere la disidratazione fino a quando la diarrea o il vomito si fermano.
  • I farmaci antidiarroici per le infezioni intestinali possono portare a gravi effetti collaterali, quindi vengono utilizzati solo come indicato da un medico.
  • Gli antiemetici possono essere assunti con vomito gravemente indomito. Con la diarrea, che è associata all'uso di agenti antibatterici, vengono utilizzati i probiotici - farmaci per ripristinare la normale microflora intestinale.
  • I farmaci antipiretici sono usati per aumentare la temperatura corporea oltre i 38 gradi.
  • Gli assorbenti sono prescritti per ridurre le manifestazioni di intossicazione..

Chirurgia

Il trattamento chirurgico può essere richiesto solo per il trattamento di gravi complicanze di un'infezione intestinale, come la perforazione della parete intestinale.

Ripristino e miglioramento della qualità della vita

Un trattamento tempestivo e adeguato per quasi tutte le infezioni intestinali porta a un completo ripristino della qualità della vita. Dopo una malattia, è utile osservare da tempo i principi del risparmio nutrizionale, introdurre gradualmente nuovi prodotti nella dieta.

Possibili complicazioni

  • La grave disidratazione è caratterizzata da una perdita di liquidi pari a oltre il 10% del peso di una persona. Questa è una condizione pericolosa per la vita che richiede cure mediche urgenti..
  • La sepsi e lo shock settico si verificano a seguito della diffusione dell'infezione oltre il tratto gastrointestinale con lo sviluppo di segni di grave disfunzione di altri organi. Sepsi trattata nel reparto di terapia intensiva.

Prevenzione

  • Igiene delle mani dopo essere andato in bagno, cambiare i pannolini, prima e dopo la cottura, prima di mangiare, in caso di contatto con animali, rifiuti.
  • Quando si prendono cura di pazienti con diarrea, si devono usare guanti e tuta, lavarsi le mani con sapone o trattare con antisettici.
  • È importante rispettare le regole di conservazione degli alimenti (temperatura, date di scadenza).
  • Esistono vaccini per prevenire alcune infezioni batteriche, così come le infezioni da rotavirus..

previsione

Con un trattamento tempestivo e adeguato, la prognosi è favorevole per la maggior parte delle infezioni intestinali. La diagnosi tardiva e l'inizio della terapia possono portare allo sviluppo di complicanze, che sono la principale causa di decessi rari. La maggior parte di essi è osservata in paesi con scarso accesso alle cure mediche. Complicazioni gravi si sviluppano spesso in pazienti con immunodeficienza o gravi malattie concomitanti..

Le infezioni con una prognosi inizialmente sfavorevole includono forme intestinali di listeriosi, antrace e colera. Con queste malattie, la mortalità dovuta allo sviluppo di complicanze è elevata..

Infezioni intestinali

Roza Ismailovna Yagudina, D. Pharm. n., prof., capo Dipartimento di Organizzazione di approvvigionamento di droga e farmacoeconomia e capo. Laboratorio di ricerca farmacoeconomica della prima MGMU I. M. Sechenova.
Evgenia Evgenievna Arinina, Ph.D., Ricercatrice leader, Laboratorio di ricerca farmacoeconomica, Prima Università medica statale di Mosca I. M. Sechenova.

Con la prossima estate, l'argomento del nostro articolo ha acquisito particolare rilevanza. Le infezioni intestinali sono un intero gruppo di malattie infettive che colpiscono principalmente il tratto gastrointestinale. Le infezioni intestinali acute sono seconde solo alle infezioni respiratorie acute nella loro prevalenza. Il picco di incidenza si verifica di solito in estate, ma nella stagione fredda si trovano spesso infezioni intestinali, causate principalmente da virus. Tuttavia, la causa più comune di queste malattie è l'ingresso di agenti patogeni con prodotti contaminati e acqua nel tratto gastrointestinale.

In totale, sono attualmente note circa 30 malattie intestinali infettive. I più comuni includono:

  • infezione di origine alimentare (principalmente eziologia stafilococcica)
  • salmonellosi
  • dissenteria
  • infezione da enterovirus e rotavirus
  • colera

In base al grado di pericolo, possono essere suddivisi in non pericolosi, pericolosi e particolarmente pericolosi. Pertanto, la toxicoinfezione di origine alimentare (PTI) è considerata non pericolosa e il colera, la febbre tifoide, ecc. Sono considerati particolarmente pericolosi, ma ciò non significa che il cosiddetto TTI "non pericoloso" non causi gravi danni all'organismo e non comporti complicazioni.

Complicanze delle infezioni intestinali:

  • infezioni batteriche dell'apparato respiratorio e dell'orecchio medio
  • disbiosi intestinale
  • sanguinamento intestinale
  • perforazione della parete intestinale
  • invaginazione intestinale
  • shock tossico batterico

Gli agenti causali dell'infezione intestinale

Oltre agli agenti infettivi dell'ambiente naturale, una persona già malata può diventare una fonte di infezione. Isolando un gran numero di microrganismi patogeni (i microbi vengono escreti con feci, vomito, a volte con l'urina), il paziente infetta gli oggetti intorno e, se non vengono seguite le precauzioni, può verificarsi una reazione a catena nella diffusione dell'infezione.

Quasi tutti i patogeni delle infezioni intestinali sono estremamente tenaci. Sono modi per esistere a lungo nel suolo, nell'acqua e su vari oggetti (cucchiai, piatti, maniglie delle porte e mobili). I microrganismi infettivi nell'ambiente esterno non solo non muoiono, ma mantengono anche la capacità di riprodursi e si riproducono più attivamente in condizioni calde e umide. Tuttavia, l'ambiente più favorevole per lo sviluppo di batteri è il latte fermentato e i prodotti a base di carne..

È stata stabilita la relazione di alcune forme di infezioni intestinali acute con tipi di cibo. Quindi, la dissenteria si verifica spesso con l'uso di latte e prodotti lattiero-caseari e infezioni intestinali causate da stafilococco, con l'uso di prodotti lattiero-caseari e pasticcini con crema. La yersiniosi si sviluppa di solito quando si mangiano verdure crude, insalate e altri alimenti vegetali.

Gli agenti causali delle infezioni intestinali possono essere sia i batteri (salmonella, shigella, yersinia, Escherichia coli enteropatogeno, stafilococchi), sia le loro tossine (toxicoinfezioni di origine alimentare). I virus (rotavirus, enterovirus, astrovirus, parvovirus) finora al secondo posto nella frequenza di insorgenza, tuttavia, recentemente, le infezioni virali stanno diventando sempre più diffuse. E all'ultimo posto - protozoi (lamblia, ameba, blastocisti).

Dopo che i patogeni entrano nel corpo umano, di norma, passa un periodo di incubazione asintomatica, che dura dalle 6 alle 48 ore - dall'ingresso di microrganismi nella cavità orale fino a quando entrano nell'intestino, dove si moltiplicano rapidamente. Dopo che i microrganismi patogeni si sono moltiplicati, inizia lo stadio delle manifestazioni cliniche.

C'è un periodo acuto - da 1 a 14 giorni, in cui le manifestazioni cliniche del tratto gastrointestinale sono espresse il più possibile. Di norma, il periodo termina quando la temperatura si normalizza e il sintomo principale (diarrea o vomito) si interrompe.

Il periodo di convalescenza è di almeno 2 settimane e, in alcuni casi, se non trattato, fino a diversi anni. Durante questo periodo, la funzione del tratto gastrointestinale, di regola, non viene completamente ripristinata - potrebbero esserci feci instabili.

Fondamentalmente, tutte le infezioni intestinali si verificano con sintomi abbastanza simili. Iniziano sempre all'improvviso. All'inizio della malattia c'è una forte debolezza, letargia, perdita di appetito, mal di testa, febbre - sintomi non specifici che possono assomigliare ai sintomi delle infezioni virali respiratorie. Tuttavia, presto si verificheranno nausea, vomito, crampi al dolore addominale, diarrea con una miscela di muco, pus o sangue (ad esempio con dissenteria) e anche la sete e i brividi possono disturbare. Tra le manifestazioni cliniche del tratto gastrointestinale, di norma, i sintomi associati all'organo interessato sono più pronunciati:

  • nausea, vomito e dolore nella regione epigastrica (con gastrite);
  • diarrea (con enterite);
  • vomito e diarrea (con gastroenterite);
  • sangue nelle feci e suoi disturbi (con colite);
  • lesioni dell'intero intestino (con enterocolite).

Una delle conseguenze più avverse dell'infezione intestinale è la disidratazione del corpo a causa di vomito e / o diarrea e, di conseguenza, una violazione del metabolismo dell'acqua-elettrolita. La disidratazione può anche provocare shock..

Tuttavia, a volte le infezioni intestinali possono non avere sintomi visibili, ma sono accompagnate dal rilascio di agenti patogeni. In termini di diffusione dell'infezione, tale vettore è il più pericoloso: una persona ignara diventa una costante fonte di infezione, infettando gli altri.

È importante che il medico conduca una diagnosi differenziale tra infezione intestinale e malattie somatiche con sintomi simili: diarrea associata all'assunzione di farmaci, appendicite acuta, infarto del miocardio, polmonite, gravidanza extrauterina, ecc..

Diagnosi e trattamento delle infezioni intestinali

  • Isolamento dell'agente patogeno e dei suoi antigeni (tossine) dal sangue
  • Ricerca batteriologica: isolamento e tipizzazione dell'agente patogeno nelle colture di feci, altri segreti biologici ed escrementi del corpo del paziente
  • Esame virologico: isolamento del virus dalle feci nelle colture su coltura cellulare o mediante microscopia elettronica
  • Esame microscopico: rilevamento di parassiti nelle macchie di feci native dopo il trattamento con coloranti speciali
  • Identificazione di anticorpi sierici per antigeni patogeni e loro crescita del titolo: esame sierologico utilizzando speciali kit diagnostici nelle reazioni (RPGA, RIGA, ELISA, ecc.); 4 volte aumento del titolo.

I principi di base del trattamento delle infezioni intestinali:

  • controllo patogeno (terapia antibatterica);
  • lotta con la disidratazione (di norma, ai pazienti vengono prescritte soluzioni saline per eliminare la mancanza di liquidi);
  • eliminazione della diarrea (enterosorbenti);
  • aderenza a una dieta parsimoniosa (esclusione di frutta e verdura fresca, latticini, dolci).

Durante la malattia, è necessario seguire una dieta che aiuta a rallentare la motilità intestinale. Si raccomandano cibi ad alto tannino (mirtilli, ciliegia di uccello, tè forte); sostanze a consistenza viscosa (zuppe di muco, purè di cereali, gelatina); cracker; sostanze indifferenti - piatti a vapore di carne magra e pesce. Un passo importante nel trattamento delle infezioni intestinali è l'esclusione dalla dieta di cibi fritti e grassi, verdure crude e frutta.

La direzione principale della tattica terapeutica è la neutralizzazione delle esotossine nell'intestino (enterosorbenti) e la reidratazione - la compensazione delle perdite patologiche di liquidi ed elettroliti mediante soluzioni di glucosio-sale appositamente sviluppate. Il volume delle soluzioni iniettate dipende dal grado di disidratazione e dal peso corporeo del paziente e la velocità di somministrazione è 1–1,5 l / h. La terapia di disintossicazione e reidratazione può essere somministrata per via orale nell'85-95% dei casi.

Gli antibiotici possono essere prescritti solo da uno specialista in malattie infettive, tenendo conto dei test di laboratorio e dell'agente patogeno rilevato. Tuttavia, con grave diarrea per riabilitazione accelerata, è ragionevole prescrivere farmaci antibatterici che non vengono assorbiti o che sono scarsamente assorbiti dall'intestino e hanno un ampio spettro di azione (ad esempio enterofuril o co-trimoxazolo). Enterosorbenti e probiotici sono agenti efficaci di terapia etiotropica alternativa, come farmaci per l'infezione intestinale acuta. L'effetto eziotropico dei probiotici è associato ad una pronunciata attività antagonistica contro tutti i patogeni delle infezioni intestinali acute (OCI) di eziologia batterica e effetto immunomodulante mediato sull'immunità locale.

Panoramica sui farmaci per il trattamento delle infezioni intestinali

Nifuroxazide (enterofuril)

Un derivato antimicrobico OTC ad ampio spettro di 5 - nitrofurano. L'attività antimicrobica della nifuroxazide è causata dalla presenza di un gruppo NO2 nella sua composizione, che inibisce l'attività della deidrogenasi e interrompe la sintesi proteica nei batteri patogeni.

La nifuroxazide non ha alcun effetto sulla flora saprofitica, non altera l'equilibrio della normale flora intestinale. Nella diarrea batterica acuta, l'eubiosi intestinale viene ripristinata. Se infetto da virus enterotropici, previene lo sviluppo di superinfezione batterica. Questo farmaco per il trattamento dell'infezione intestinale può essere prescritto a donne in gravidanza e in allattamento, bambini a partire da un mese. La terapia con nifuroxazide non deve superare i 7 giorni, mentre è vietato bere alcolici.

Kipferon

Un farmaco OTC sotto forma di supposte vaginali e rettali. Ha un'azione immunomodulatoria, antivirale, antichlamydial. Il kipferon è una forma di dosaggio complessa contenente interferone-α2 ricombinante umano e una preparazione immunoglobulinica complessa (CIP). Approvato per l'uso nei bambini nel primo anno di vita.

Co-trimoxazolo (sulfametossazolo + trimetoprim)

Il meccanismo d'azione del co-trimoxazolo a è dovuto al doppio blocco del metabolismo dei microrganismi. Trimetoprim inibisce in modo reversibile la diidrofolato reduttasi dei microrganismi, interrompe la formazione di tetraidrofolato dall'acido diidrofolico, la produzione di acidi nucleici, pirimidina e basi puriniche; inibisce la crescita e la crescita dei batteri. Il sulfametossazolo, che ha una struttura simile all'acido paraaminobenzoico, viene catturato dal batterio e impedisce l'inclusione dell'acido paraaminobenzoico nell'acido diidrofolico. A causa del fatto che il co-trimoxazolo inibisce l'attività di E. coli, la formazione di acido nicotinico, riboflavina, tiamina e altre vitamine del complesso B nell'intestino è ridotta. Questo medicinale, che aiuta contro l'infezione intestinale, è disponibile come prescrizione medica ed è stato usato da 2 mesi di età..

Bactisubtil - Spore di batteri Bacillus cereus IP. Un farmaco da prescrizione contro l'infezione intestinale, bactisubtil preserva e corregge l'equilibrio fisiologico della flora intestinale. Le spore batteriche contenute nella preparazione sono resistenti all'azione del succo gastrico. La germinazione dei batteri nelle forme vegetative avviene nell'intestino, quindi rilasciano enzimi che scindono i carboidrati, i grassi, le proteine. Di conseguenza, si forma un ambiente acido che impedisce i processi di decomposizione. Il farmaco impedisce la violazione della sintesi di vitamine del gruppo B e P nell'intestino, non può essere lavato con acqua calda e combinato con alcol. Ai bambini viene prescritto dall'età di sette anni. Bactisubtil è resistente a vari antibiotici e farmaci sulfamidici, quindi può essere prescritto contemporaneamente a loro..

Destrosio + cloruro di potassio + cloruro di sodio + citrato di sodio (reidron)

L'agente reidratante per somministrazione orale ripristina l'equilibrio idroelettrolitico disturbato durante la disidratazione; corregge l'acidosi. Il contenuto di una bustina viene sciolto in un litro di acqua potabile refrigerata appena bollita. La soluzione preparata deve essere conservata in frigorifero e utilizzata entro 24 ore. Nessun altro componente può essere aggiunto alla soluzione in modo da non interrompere l'effetto del farmaco. Sul bancone.

Smectite dioctahedral

Un farmaco OTC di origine naturale che ha un effetto protettivo sulla mucosa intestinale e pronunciato proprietà adsorbenti. Essendo uno stabilizzatore della barriera mucosa, forma legami polivalenti con glicoproteine ​​di muco e ne aumenta la durata, formando una barriera fisica che protegge la mucosa dell'apparato digerente dagli effetti negativi di ioni H +, acido cloridrico, sali biliari, microrganismi, loro tossine e altre sostanze irritanti. Ha proprietà di assorbimento selettivo, protegge la mucosa del tratto digestivo dagli effetti negativi. In dosi terapeutiche, non influisce sulla motilità intestinale.

Prevenzione delle infezioni intestinali, anche acute

Per prevenire le infezioni intestinali, è importante lavarsi le mani regolarmente ed eseguire la pulizia a umido nell'appartamento. È meglio gettare immediatamente i prodotti scaduti, non acquistarli in luoghi con condizioni di conservazione incomprensibili - non importa quanto siano attraenti, diciamo, i funghi di mia nonna vicino alla metropolitana - e la frutta e la verdura vengono lavate solo accuratamente.

Per prevenire la diffusione della malattia aiuterà la diagnosi precoce e l'isolamento di un paziente con infezione intestinale. Al centro dell'infezione, è necessario trattare la superficie con soluzioni disinfettanti, far bollire i piatti. I pazienti vengono dimessi solo dopo un risultato negativo di un esame di controllo delle feci. Chiunque abbia avuto un'infezione intestinale ha bisogno di controlli medici regolari in clinica entro un mese.

Semplici misure per la prevenzione delle infezioni intestinali:

  • bere acqua e latte solo in forma bollita
  • lavare frutta e verdura con acqua calda e sapone
  • rispettare le regole e la durata di conservazione degli alimenti
  • lavarsi le mani prima di mangiare

Hai trovato un errore? Seleziona il testo e premi Ctrl + Invio.