Trattamento chirurgico e alternativo delle metastasi epatiche

Con il cancro, i focolai di eliminazione del tumore si verificano in altri organi. Le cellule tumorali migrano verso i polmoni, i reni e il cervello. Ma nella stragrande maggioranza dei casi, si verificano metastasi nel fegato; il trattamento deve essere combinato, combinando metodi chirurgici, medici e di restauro.

Il motivo del tumore secondario del fegato risiede nel particolare apporto di sangue. Tutto il sangue dagli organi dell'apparato digerente, milza, foglie di pancreas per questo organo. Il fegato è un filtro biologico che, con il cancro, è una barriera per le cellule tumorali che si muovono liberamente nel flusso sanguigno.

Non appena una tale cellula patologica entra nel tessuto epatico, inizia a dividersi in modo incontrollato. C'è una grande attenzione alla neoplasia.

Sintomi

Con danno epatico metastatico nell'uomo, si verificano numerosi sintomi:

  • dolore e disagio nell'ipocondrio destro;
  • sviluppo di insufficienza epatica;
  • il verificarsi di ittero;
  • aumento del sanguinamento, insorgenza di edema;
  • nausea e vomito;
  • amarezza in bocca;
  • prurito della pelle.

Man mano che il tumore cresce, il corpo umano è esposto a effetti tossici, si verificano i seguenti sintomi:

  • perdita di peso superiore al 10% del peso corporeo;
  • aumento della temperatura corporea;
  • il verificarsi di ascite;
  • la comparsa di plessi venosi sulla pelle dell'addome;
  • sanguinamento del tratto digestivo.

Come si può vedere dai sintomi, è necessario diagnosticare il più presto possibile le metastasi epatiche in modo che il trattamento non sia in ritardo.

Diagnostica

È molto facile rilevare metastasi epatiche. Questo viene fatto usando metodi di esame strumentale:

  • Ultrasuoni della cavità addominale;
  • ricerca sui radioisotopi;
  • puntura diagnostica per confermare la diagnosi.

A volte le metastasi epatiche si trovano prima del tumore primario.


Inoltre, negli esami del sangue si possono trovare segni di danno epatico. Nell'analisi generale, viene rilevata l'anemia, una diminuzione del numero di piastrine, un aumento dell'ESR.

In un'analisi biochimica del siero di sangue, viene rilevato un aumento degli enzimi epatici, una diminuzione delle proteine ​​totali, un aumento della bilirubina.

Trattamento

Il trattamento di eventuali metastasi epatiche è sempre combinato. Oltre alla rimozione chirurgica della lesione, vengono utilizzati la chemioterapia, la radioterapia, il trattamento riparativo e sintomatico. A causa di un trauma eccessivo, le operazioni estese vengono gradualmente abbandonate a favore di nuove tecniche minimamente invasive.

I seguenti metodi vengono utilizzati per rimuovere i focolai di screening del cancro del fegato:

  • chemioembolizzazione;
  • ablazione con radiofrequenza;
  • metodo di radiochirurgia di rimozione;
  • metodo di elettroresection;
  • terapia mirata;
  • embolizzazione, ecc..

Tale trattamento può offrire grandi centri oncologici. L'oncologo presente offre anche la chemioterapia. Ma il trattamento ospedaliero non è l'unico metodo. Molte persone si chiedono se le metastasi al fegato possano essere curate con rimedi popolari. Non può essere completamente curato, ma il benessere generale del paziente e le condizioni del fegato possono essere migliorati. Con l'aiuto di rimedi popolari, puoi sbarazzarti di molti sintomi spiacevoli di danni al fegato e migliorare la qualità della vita.

Celidonia aiuta a proteggere il fegato da ulteriori danni. Usalo meglio in infusione. Facile da cucinare, per questo sono necessari 3 cucchiai. l versare un bicchiere di acqua bollente e lasciare per 2 ore. Prendi abbastanza per 1 cucchiaio. l al giorno. Oltre all'infusione, puoi cucinare la tintura di alcol. Per cucinare, devi macinare alcune piante fresche e versare la stessa quantità di alcol. Il dosaggio durante l'uso deve essere gradualmente aumentato. La prima settimana devi usare un cucchiaino al giorno, i 7 giorni successivi - un dessert e nelle 3 settimane successive devi prendere un cucchiaio.

Il trattamento delle metastasi nel fegato può essere integrato con la cicuta. Nella produzione di tinture terapeutiche, viene utilizzata l'intera pianta. Per il corso di tintura, è sufficiente una grande pianta matura. Deve essere schiacciato, quindi riempito con alcool e insistito per un massimo di tre settimane in un luogo buio. La dose terapeutica di una tale tintura è molto piccola, misurata in gocce. Il primo giorno, prendi una goccia di tintura, aumentando di un'altra ogni giorno. Dopo un mese di assunzione di tintura terapeutica, la dose viene nuovamente ridotta di 1 goccia fino a quando non viene completamente annullata.

Il trattamento con i rimedi popolari sarebbe incompleto senza l'uso di un club a forma di club. Da esso puoi preparare il tè. Per preparare uno strumento che è sufficiente per un giorno, devi versare 5 cucchiai. l piante secche con un litro di acqua bollente. Devi bere 1 bicchiere al mattino a stomaco vuoto e quindi nella stessa quantità prima di ogni pasto.

Il cardo mariano è un rimedio tradizionale nella lotta contro le malattie del fegato. Ha la proprietà unica di proteggere le cellule del fegato da ogni tipo di lesione. Le medicine sono prodotte sulla base delle sue materie prime. Ma a casa, è possibile preparare rimedi efficaci per il danno metastatico al fegato.

Puoi prendere semi di cardo mariano tritati finemente. La dose giornaliera è di un cucchiaio. Inoltre, a casa puoi fare una potente tintura di alcol dai semi della pianta. Per prepararlo, i semi di cardo mariano devono essere macinati in un macinacaffè. La polvere risultante deve essere riempita con alcool in un rapporto di 1: 5, quindi posta in un luogo buio per 3 giorni. Devi prendere fino a 5-7 piccole gocce al giorno.

Dieta

Oltre al supporto farmacologico, il fegato malato deve essere alleviato. Ci sono abbastanza domande su come trattare le metastasi al fegato, ma nessuno discute dei benefici della dieta. Il cambiamento delle abitudini alimentari è anche necessario dopo la rimozione chirurgica dei focolai tumorali.

Devi cambiare la dieta. Vale la pena mangiare in porzioni limitate fino a cinque volte al giorno.

Devi iniziare il tuo pasto con frutta e verdura crude e devi finire il tuo pasto con piatti caldi trattati termicamente..

I prodotti lattiero-caseari sono molto desiderabili da includere nella dieta. Assicurati di usare la ricotta - una fonte di metionina. Questa sostanza ha proprietà protettive per il fegato..

Sarà utile sostituire gli olii animali con olii vegetali. Vale la pena fermarsi con semi di lino spremuti a freddo e oli di oliva.

I succhi di frutta freschi sono i benvenuti. Ti permettono di fornire le vitamine necessarie al fegato.

Verdure fresche, frutta ed erbe dovrebbero essere consumate in quantità sufficienti se non ci sono problemi intestinali..

I piatti di carne e pesce sono un must. Devono essere cotti a vapore o bolliti. Utilizzare varietà non grasse per non sovraccaricare le cellule del fegato.

L'esclusione dell'alcool dalla dieta è obbligatoria. Un'eccezione è l'uso di piccole quantità di tinture alcoliche di erbe sane..

Metastasi epatiche

Il fegato è l'organo più importante del corpo umano. Qui si svolgono più processi. Pertanto, la sconfitta di qualsiasi infezione, la malattia rende una persona estremamente vulnerabile. Tutti i processi che si verificano nella ghiandola sono suddivisi condizionatamente in gruppi:

  • in relazione alla digestione;
  • non legato a lui.

Le funzioni associate al sistema digestivo, il fegato svolge attraverso la bile. Il fluido prodotto dalla ghiandola si accumula in una speciale cistifellea.

Le funzioni del fegato con la sua partecipazione diretta:

  1. Metabolismo proteico nel corpo. La proteina si rompe e viene riorganizzata, entra nel fegato, che scompone gli aminoacidi con l'aiuto di enzimi, trasformandolo in glucosio. Le proteine ​​immagazzinate sono immagazzinate qui..
  2. Metabolismo dei grassi La bile ossida i lipidi. Anche nel fegato c'è una conversione dello zucchero in grasso, immagazzinato qui.
  3. Regola il metabolismo dei carboidrati. Lo zucchero, quando entra nell'organo, viene convertito in glucosio, quindi in glicogeno, che viene immagazzinato nei tessuti della ghiandola, tornando al glucosio se necessario.
  4. Il metabolismo delle vitamine e la loro ulteriore conservazione. Qui vengono accumulate vitamine (A, D, B12 liposolubili) e processate (A, B, C, D, E, K, PP e acido folico), vengono conservati oligoelementi, cationi.
  5. Gli ormoni si rompono. Il fegato sintetizza ormoni selezionati (somatomedine), ne distrugge altri (contenenti iodio). Uscita in eccedenza.
  6. La produzione di sostanze coinvolte nel processo di coagulazione del sangue.
  7. Filtrazione e neutralizzazione del sangue dalle tossine (ammoniaca, prodotto di decomposizione di droghe, veleni, ormoni, vitamine, ecc.), Germi.

Le funzioni del fegato sono innumerevoli. L'organo è estremamente importante per il corpo nel suo insieme, partecipa a quasi tutti i processi della vita umana. Il danno comporta automaticamente disturbi metabolici, digeribilità e disintossicazione del sangue.

È un organo spaiato, capace di restaurare. Senza il fegato, le persone non sopravviveranno. Il danno epatico completo porta alla morte. Pertanto, per salvare la vita delle persone e se il trattamento non è possibile, viene eseguito il trapianto. E dal momento che non ci sono abbastanza donatori, nel 21 ° secolo, gli scienziati stanno cercando di creare un fegato artificiale e bioingegnerizzato. Il lavoro ha avuto successo, oggi ricerca e sperimentazione.

Quando si formano metastasi epatiche

Le metastasi epatiche sono la formazione di focolai secondari di oncologia a causa dell'ingresso di cellule patogene dal focus principale del tumore. Gli ultrasuoni sembrano piccoli noduli. Il processo si verifica, di regola, già allo stadio 4 del cancro.

La funzionalità del fegato è enorme. Le ragioni della sua sconfitta sono dovute a uno dei compiti più importanti (disintossicazione del sangue). A causa delle peculiarità della struttura e della posizione, nonché a causa delle proprietà neutralizzanti, si depositano qui sostanze patologiche e microrganismi. Il sangue umano (venoso, arterioso) passa attraverso la ghiandola, diventando il principale trasportatore di agenti patogeni. Dopotutto, la diffusione e l'insorgenza di focolai secondari di cancro si verificano in diversi modi:

  • Linfogenico - le cellule maligne portano flusso linfatico;
  • Ematogena: le metastasi sono trasportate dal flusso sanguigno;
  • Impianto - entrare nei tessuti vicini sostituendo le cellule sane con i pazienti;
  • Retrogrado: il percorso opposto alle direzioni di movimento della linfa e del sangue nel corpo;
  • Perineurale: le metastasi si diffondono attraverso i canali cavi, le crepe, il corpo.

Questi percorsi portano al fegato, a causa di queste caratteristiche, si verifica una lesione secondaria (processo di metastasi) in quasi tutti i tipi di cancro. Sebbene i medici distinguano il più comune, in cui la popolazione del fegato con cellule patologiche è inevitabile:

  • oncologia del tratto gastrointestinale e dell'apparato digerente;
  • carcinoma mammario (ghiandole mammarie colpite);
  • danno all'apparato respiratorio (polmonare).

I medici hanno una regola non espressa: quando viene rilevato un tumore maligno in qualsiasi organo, controlla prima le lesioni del fegato, poi il resto.

In pratica, accade che inizialmente vengono rilevate metastasi nel fegato, quindi viene trovato il focus principale del tumore.

Sintomatologia

Nelle fasi iniziali dell'infezione, il processo si verifica senza sintomi visibili. La manifestazione arriva molto più tardi. Successivamente, con lo sviluppo di un tumore, si notano segni che indicano danni al fegato:

  • significativa perdita di peso senza motivo apparente;
  • febbre e sindrome febbrile;
  • crescita dell'addome dovuta alla comparsa di liquido in eccesso;
  • asterischi venosi sulla superficie della pelle;
  • colore grigiastro (terroso) o itterico delle proteine ​​della pelle e degli occhi;
  • un retrogusto sgradevole nella cavità orale;
  • ingrandimento degli organi, evidente alla palpazione, presenza di nodi densi;
  • vertigini, debolezza generale;
  • disfunzione intestinale (diarrea, costipazione), luce con una spruzzata di sangue o colore delle feci nero-catrame;
  • vomito incessante con elementi del sangue;
  • dolore e disagio nell'ipocondrio;
  • ingorgo delle ghiandole mammarie negli uomini (crescita visiva);
  • vene sporgenti sulla pelle dell'addome.

Se almeno un sintomo è familiare a una persona, è necessario consultare un medico per sopravvivere. Ulteriori danni al fegato possono essere fatali. Le metastasi epatiche possono essere curate, si ottiene una remissione a lungo termine (5 anni), in condizioni favorevoli - ripristino completo delle funzioni degli organi.

Quando è troppo tardi per prescrivere un trattamento

Con un esteso danno epatico da parte delle metastasi e il rilevamento tardivo di focolai secondari, la medicina non è in grado di aiutare, i pazienti muoiono. I seguenti sintomi compaiono in una persona prima della morte e sono un presagio:

  • Una costante diminuzione dell'appetito, il rifiuto del paziente di mangiare cibo, acqua, il corpo praticamente non digerisce il cibo.
  • Aumento della fatica e costante desiderio di dormire, difficile svegliarsi al mattino.
  • Diminuzione dell'attività motoria, incapacità di eseguire azioni per conto proprio.
  • Intorpidimento, perdita di sensibilità e diminuzione della temperatura delle dita.
  • Respirazione bassa e frequente.
  • Una persona perde abilità di orientamento a causa di disturbi circolatori del cervello, i farmaci hanno un effetto a breve termine.
  • Gonfiore delle gambe, colore itterico della pelle, dolore, disturbi del sistema urinario - insorgono a causa di malfunzionamenti del corpo.
  • Astrarre il paziente dagli altri.

Nel caso descritto, non c'è già nulla da trattare, il corpo perde la sua forza per resistere, il tumore decade e il corpo diventa completamente intossicato. Rimangono solo poche settimane o giorni fino a quando una persona muore..

Diagnostica

La diagnosi precoce delle metastasi epatiche è cruciale. La scelta del metodo di trattamento e la possibilità del rilascio completo di un organo importante da patologie identificate dipende dal numero di lesioni, dalle loro dimensioni, dalla natura dell'aspetto. La diagnosi di metastasi epatiche può richiedere il passaggio ripetuto delle seguenti procedure:

  • Ultrasuoni: il metodo degli ultrasuoni è impreciso, rivela solo violazioni nella struttura del fegato.
  • Angiografia: l'introduzione di una sostanza marcatore speciale nei vasi del fegato che aiuta a identificare la lesione e le sue caratteristiche.
  • PET, TC, tomografia computerizzata mostrano con precisione le lesioni.
  • Risonanza magnetica: la risonanza magnetica è simile alla TC.
  • Puntura, biopsia: utilizzando l'ecografia in un organo malato, un ago viene inserito in un tumore e il materiale viene raccolto per uno studio clinico.
  • Esami del sangue espansi - per la presenza o l'assenza di enzimi nel fegato per rilevare la funzionalità residua.

Una biopsia è anche necessaria se viene rilevata solo una lesione secondaria, con il suo aiuto, viene determinata la patanatomia del tumore. Lo studio delle cellule patologiche trova il donatore di organi di metastasi. Questi ultimi contengono informazioni importanti, sono formati da fonti diverse, rispettivamente, il tipo di trattamento dipende dal tipo di cancro. L'oncologia è divisa in:

  • carcinomi formati da tessuto tegumentario;
  • melanomi originati dagli strati interni della pelle;
  • sarcomi che emergono dal tessuto muscolare connettivo;
  • leucemia a partire da cellule che formano il sangue;
  • linfomi originari del sistema linfatico;
  • teratomi che compaiono nella fase intrauterina dalle cellule embrionali;
  • gliomi che emergono dalle cellule gliali (costituite da tessuto nervoso);
  • coriocarcinomi originati dal tessuto placentare.

Il medico ti dirà la prognosi dell'aspettativa di vita con l'assistenza medica, il periodo di trattamento del paziente solo con un quadro completo della malattia, dopo aver superato tutti i test e una conversazione personale con il paziente. Le date approssimative sono le seguenti:

  • senza intervento medico, una persona vivrà da 6 a 18 mesi;
  • 35% di correzione medica aumenta le possibilità di vivere fino a 5 anni;
  • nelle ultime fasi del rilevamento, in casi avanzati, una persona ha solo settimane di vita o addirittura giorni.

Prognosi e trattamento

Poiché la metastasi attiva nel cancro inizia nel quarto stadio finale del cancro, i risultati del trattamento dipendono da molti fattori. I seguenti momenti hanno un impatto enorme: stato di salute, attenzione iniziale al processo maligno, presenza di metastasi in altri organi, altezza, peso, genere. L'umore di una persona, il suo desiderio di vivere, seguono i consigli di un medico. I tumori non vengono trattati rapidamente. Il processo di trattamento delle metastasi epatiche è suddiviso in fasi e successivamente richiede il rispetto di una serie di condizioni favorevoli al ripristino degli organi.

  • singolo - due fuochi nel fegato;
  • focolai multipli di oltre 3, situati in vari dipartimenti;
  • solitario - 1 metastasi.

I più favorevoli per il risultato sono solitari e single. Anche con numerose decontaminazioni complete è possibile. Tutto dipende dalle dimensioni, dalla posizione e dal metodo di lotta scelto. Solo le metastasi di una piccola area sono soggette a trattamento. Se il cancro è iniziato, l'aiuto e la guarigione sono impossibili.

Deve essere chiaro che è consigliabile trattare le metastasi epatiche se si può trattare il focus principale del tumore e non ci sono altri tumori maligni. O se focolai secondari sono presenti in altri organi e rispondono anche ai farmaci. A volte un effetto farmacologico viene effettuato sul fegato senza un focus primario, se non sono stati trovati.

Il trattamento è suddiviso in più fasi:

  • Guarigione. Include trattamenti che possono fermare la crescita e sono possibili per purificare il corpo dalle metastasi (chirurgia, chemioterapia, ecc.).
  • Di supporto e preventivo. Vengono utilizzati farmaci antitumorali che impediscono la riformazione dei processi patogeni e agenti che migliorano la qualità e l'aspettativa di vita del paziente. Se rimane almeno una cellula cancerosa, il tumore può tornare.
  • Guarigione. Farmaci usati che eliminano gli effetti residui che aiutano il fegato a recuperare e mantenere la sua funzionalità.

La scelta dell'ospedale appropriato e del medico curante è importante. Infatti, per raggiungere il successo è necessario un trattamento costoso, possibilmente anche un'operazione al fegato, utilizzando speciali attrezzature mediche moderne ad alta tecnologia e personale di alta classe. Tutto ciò può essere offerto esclusivamente da una clinica specializzata, vale la pena considerare le opzioni in Russia e all'estero.

I metodi utilizzati sono simili ad altri tipi di cancro:

  • embolizzazione chimica;
  • chemioterapia;
  • Criodistruzione;
  • uso di radiochirurgia e chirurgia;
  • embolizzazione;
  • ablazione con radiofrequenza.

La chemioterapia sta diventando un metodo irrilevante a causa della massa di effetti collaterali. Il metodo è ampiamente noto, non ha senso coprirlo di seguito. Con le metastasi al fegato, il metodo non è sempre rilevante, i farmaci non influenzano il cancro, che può danneggiare le cellule sane.

Considera i pro e i contro di ogni metodo.

Metodo di criodistruzione

Consiste nell'effetto del freddo (-190 gradi) sui fuochi della formazione maligna. L'azoto liquido viene fornito al sito di distruzione attraverso un tubo speciale e, sotto l'influenza delle basse temperature, le cellule malate muoiono. Quindi vengono escreti dal corpo in modo naturale. Nel sito di puntura si forma una bolla che non può essere toccata. Dopo 5-6 giorni scompare. Nei luoghi di contatto sono possibili una sensazione di bruciore e disagio. Il metodo è popolare, appartiene al tipo chirurgico, lascia meno ferite.

Embolizzazione chimica

Questo metodo è considerato comune ed efficace. L'embolizzazione chimica è divisa in petrolio e sferica. L'essenza di entrambi i casi: un preparato contenente un embolizzatore (oleoso o sotto forma di sfere) viene iniettato nell'arteria epatica, rilasciando una sostanza chimica antitumorale che ostruisce il vaso che alimenta il tumore. Allo stesso tempo, c'è un effetto distruttivo sulle cellule tumorali.

Radiochirurgia e Chirurgia

Radiochirurgia - rimozione di una neoplasia maligna con l'aiuto di raggi di radiofrequenza. Sono riuniti insieme e una volta agiscono sul nodo patogeno, distruggendolo.

  • coltello gamma, costituito da raggi dello spettro gamma;
  • acceleratore lineare;
  • coltello cibernetico;
  • acceleratore di protoni.

I principali svantaggi sono enormi dosi di radiazioni, quindi è possibile utilizzare solo con lesioni inferiori a 3,5 cm. Con un'area della lesione più ampia, è più consigliabile eseguire l'operazione con un bisturi.

Il metodo chirurgico è una resezione del fegato (lobo sinistro o destro), escissione meccanica dell'elemento maligno, seguita dall'esposizione al sito con chemioterapia o radiazione delle onde radio.

L'embolizzazione

Questo metodo è efficace, il tasso di sopravvivenza dei malati di cancro raggiunge i 70. È favorevole quando si concentra sotto forma di nodi.

L'essenza del metodo è che i raggi ionizzanti sono diretti verso le cellule tumorali e un farmaco con polimeri che ostruisce i vasi sanguigni che forniscono nutrienti e ossigeno al fuoco viene iniettato in parallelo. In questo caso, muoiono elementi patogeni. Le radiazioni vengono selezionate individualmente per ridurre al minimo gli effetti dannosi sui tessuti di organi sani. Gli effetti collaterali sono possibili dopo un tale intervento..

Ablazione con radiofrequenza

Il modo più comune. Elettrodi speciali (radiofrequenza) vengono introdotti nell'organo malato nei focolai patologici e trasmettono vibrazioni di un certo grado, che aumentano la temperatura, distruggendo così le neoplasie a livello cellulare. Allo stesso tempo, un ambiente sano non viene danneggiato. Con questo metodo, l'osservazione viene eseguita utilizzando ultrasuoni, TC, risonanza magnetica.

È usato per un grande sito di lesione e per l'impossibilità di un intervento chirurgico (vicinanza delle arterie principali). Raggiunto un risultato positivo del 98%. Inoltre - se necessario, il metodo può essere riutilizzato senza danni al paziente.

Coltello nano

Questa nuova tecnica è stata inventata in Israele. Viene utilizzata una corrente elettrica che agisce sul tumore a livello cellulare, come se lo tagliasse dal fegato e lo distruggesse. È possibile utilizzare in oncologia, situato vicino a grandi arterie, senza danneggiarle..

Trapianto d'organo

Nel caso più recente, il fegato è interessato da lesioni multiple superiori a 7 mm. L'unico modo per sopravvivere è il trapianto di organi. Il metodo è molto costoso e richiede enormi costi morali e fisici. Tuttavia, il fegato di qualcun altro verrà trapiantato. Il periodo di attecchimento non è definito. Lo svantaggio è la mancanza di donatori (l'organo viene rimosso dalle persone solo con morte clinica) e solo dopo il consenso dei parenti. Pertanto, il fegato viene sequestrato da persone non identificate che sono morte in incidenti stradali. O semplicemente ucciso. Non tutti sono ammessi standard etici usando questo metodo..

Per far scomparire le metastasi, i metodi sono combinati. Nano-coltello con chemioterapia o con radioterapia, eliminando gli effetti residui.

Riparazione del fegato

Il trattamento effettuato, l'uso di farmaci speciali che accelerano i processi di rigenerazione, una corretta alimentazione e l'adesione a una dieta speciale influenzano il processo di recupero. Assicurati di escludere dalla dieta di questi prodotti:

  • Bevande al gas.
  • alcool.
  • Succhi innaturali.
  • Dolciumi e prodotti farinacei con panna.
  • Caffè tè.
  • Cioccolato.
  • Prodotti affumicati.
  • Carne e pesce grassi.
  • Cibi in scatola.
  • Pomodori.
  • Cibo fritto.

Il cibo dovrebbe essere preso spesso in piccole porzioni, prima di verdure crude, poi di carne al vapore. Tutti gli ingredienti devono essere freschi, contribuendo al ripristino dei tessuti danneggiati e alla formazione del sangue. L'aspettativa di vita dipende direttamente dal cibo..

Metodi tradizionali di guarigione

Spesso, insieme alle medicine tradizionali, i malati di cancro cercano di usare metodi di trattamento non tradizionali. E se le infusioni di erbe hanno un effetto positivo, le cerimonie magiche sono ciarlatano e seduzione di denaro da parenti senza speranza.

Non toccheremo il lato etico di questo problema. Ti avvertiamo se qualcuno dice che dopo aver letto alcune preghiere sul paziente e aver fatto dei passi con le mani, è in grado di guarire, non perdere tempo e denaro con questa persona. I miracoli, ovviamente, accadono, ma non così spesso come vorremmo. I tempi di Kashpirovsky e Chumakov sono sprofondati nell'oblio, ma quelli che vogliono guadagnare facilmente denaro non stanno diminuendo.

Infusi di erbe

Ricorda, tutte le erbe sono tossiche, il loro uso può danneggiare una persona malata. Prima dell'uso, è necessario consultare il proprio medico:

  • La tintura di propoli, presa secondo lo schema, blocca la crescita dell'ambiente patogeno, quindi lo distrugge.
  • La tintura dalla raccolta di erbe (cicoria + achillea + cinorrodo + gemme di betulla) viene prodotta e applicata quotidianamente prima di ogni pasto. In grado di ridurre i focolai tumorali.
  • I semi di lino e l'erba di San Giovanni vengono preparati con acqua bollente, insistono per un bagno d'acqua per diversi minuti e consumano anche mezzo bicchiere prima dei pasti.
  • La radice di Maryin, la celidonia, l'Eleuterococco (singolarmente) viene versata con la vodka, insistita e assunta tre volte al giorno.
  • Incenso secco preparato con acqua bollente, consumato dopo infusione di 8 ore.

Non correre immediatamente a fare varie tinture. I metodi popolari sono indicati in una versione approssimativa, ricette dettagliate si trovano nella letteratura specializzata. Ma iniziando a impegnarsi in un trattamento alternativo, assicurati di guardare le informazioni su uno qualsiasi dei componenti. A volte le erbe si rivelano essere veleno in un caso particolare.

Metastasi tumorali nel fegato

Questo organo è più spesso colpito da metastasi ematogene di tumori. Questa complicazione è caratteristica di diversi tipi di tumore; nella maggior parte dei casi, si verificano metastasi a causa di neoplasie maligne nella ghiandola mammaria, del tratto gastrointestinale, dei polmoni e del pancreas.

Qual è il danno focale al fegato

Con questo termine, di regola, significano processi patologici simili a tumori. Questo concetto unisce molte patologie diverse nel flusso / origine, che sono interconnesse dalla caratteristica principale: la sostituzione del parenchima epatico con formazioni patologiche. La lesione focale di questo organo è:

  1. Cavità multiple / singole piene di liquido, secrezione o altri contenuti.
  2. Crescite tissutali costituite da cellule maligne / benigne.

A quale stadio del cancro compaiono le metastasi

È impossibile dire esattamente quando iniziano a comparire le metastasi, perché sono un marker di deterioramento. Se stiamo parlando del sistema linfatico, il loro aspetto indica una transizione dal 1 ° al 2 ° stadio. Le metastasi dei siti ematogeni nel fegato o in altri organi trasferiscono immediatamente la malattia al 4 °. Ciò suggerisce che non è lo stadio del cancro a determinare la comparsa di metastasi, ma queste formazioni indicano la progressione della malattia.

Metastasi epatiche - aspettativa di vita

Secondo le statistiche, 1/3 di tutti i malati di cancro soffrono di questa complicazione. È ancora impossibile curare completamente il cancro metastatico, quindi tutti i pazienti sono interessati a quanto vivono con metastasi epatiche. L'aspettativa di vita è influenzata dalla terapia selezionata per il trattamento. Se possibile, la prognosi diventa, se possibile, la rimozione totale o parziale delle metastasi. L'aspettativa di vita media con questa diagnosi è di 1-1,5 anni. Questa cifra è influenzata da molti fattori:

  • numero, dimensione delle metastasi;
  • quando è iniziato il trattamento (in quale fase);
  • la presenza di metastasi in altri organi;
  • localizzazione della neoplasia.

Motivi

La comparsa di complicanze è associata a diversi tipi di patologia oncologica. Di norma, neoplasie maligne diventano la causa; il fegato non può resistere alla diffusione a causa del flusso sanguigno massiccio. Per i tumori benigni, la metastasi non è caratteristica. La fonte primaria di formazione di cellule tumorali neoplastiche può essere il cancro:

  • colon
  • stomaco, esofago;
  • ghiandola mammaria;
  • polmoni;
  • pancreas.

Molto meno spesso, ma può causare metastasi, tumore delle ovaie, tratto biliare, ghiandola prostatica, melanoma. Nei pazienti con diagnosi di cirrosi, questa complicazione si manifesta in casi isolati. Ciò è dovuto a una violazione del flusso sanguigno, l'afflusso di sangue, che impedisce la penetrazione delle metastasi. Con la diffusione delle cellule tumorali del tumore, una violazione delle funzioni del fegato e del corpo nel suo insieme.

Sintomi del cancro

La sopravvivenza e una prognosi favorevole aumentano con il rilevamento tempestivo della malattia. Molti sintomi possono indicare lo sviluppo di metastasi, ma sono tutti non specifici e simili ai segni di altre patologie. Il motivo dell'esame del fegato e dei test può essere una combinazione dei seguenti sintomi:

  • un forte calo di peso, a volte arriva all'esaurimento (cachencia);
  • dolore sordo, sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • debolezza, aumento della fatica;
  • aumento della frequenza cardiaca, temperatura del corpo umano;
  • il fegato aumenta di dimensioni (epatomegalia);
  • sintomi di colestasi: vomito, giallo della sclera degli occhi e della pelle, prurito, urine scure, nausea, scolorimento delle feci;
  • ingrossamento del seno, disturbi intestinali (flatulenza);
  • espansione delle vene safene sull'addome, ascite, vene sanguinanti dell'esofago.

Un sintomo frequente della comparsa di metastasi nel fegato nei pazienti è il dolore se si verifica la compressione del portale o della vena cava inferiore, che è associata ad un aumento delle dimensioni degli organi. A volte il dolore assume la forma di varie patologie, ad esempio quando un focus è localizzato sotto la cupola di un diaframma, una persona può lamentarsi del dolore durante la respirazione. Questo sintomo può essere confuso con la pleurite. Con focolai multipli, i sintomi sono sempre più diversi.

Cancro Sigmoideo

I primi primi segni dello sviluppo di questa malattia saranno la comparsa di pus, strisce di sangue, muco nelle feci. Questo tipo di cancro è in grado di creare metastasi in vari organi, ma più spesso nel fegato, nei polmoni e nella colonna vertebrale. Ciò porta al rapido sviluppo del dolore, che inizia a comparire quando il tumore cresce nel tessuto di altri organi (vescica, retto, utero), nervi, vasi sanguigni o danni a organi distanti.

L'immagine a diversi stadi di sviluppo delle metastasi cambia: i disturbi intestinali sono sostituiti da costipazione costante, che porta all'ostruzione. Allo stesso tempo, c'è una progressione di altri sintomi oncologici che sono associati ad un aumento del grado di intossicazione del corpo:

  • aumento della temperatura;
  • debolezza;
  • perdita di peso;
  • fatica.

Tumore all'intestino

Questa complicazione non si sviluppa immediatamente, ci vogliono anni. La crescita del tumore può iniziare da un polipo nell'intestino, sarà lì per diversi anni in una sola forma. La neoplasia passerà attraverso 4 fasi di sviluppo, quindi inizierà a penetrare ulteriormente, spostandosi verso i linfonodi e ulteriormente verso altri organi. Le metastasi epatiche si formano come segue:

  1. Entrano nei linfonodi con la linfa. C'è una violazione del sistema immunitario umano, le metastasi migrano verso altri organi.
  2. Il fegato è responsabile del filtraggio del sangue dell'intero organismo, pertanto le cellule tumorali entrano necessariamente in esso e rimangono lì come tumore secondario. Ciò porta alla comparsa di forti dolori, interruzione del funzionamento dell'organo.

Metastasi epatiche di melanoma

Questo tipo di cancro quando entra nel fegato assomiglierà a gruppi neri - queste sono aree di danno alla melanina. L'organo risponde con cambiamenti funzionali e fisici che influenzano il lavoro dell'intero organismo nel modo seguente:

  • il corpo acquisisce una struttura tuberosa;
  • compaiono aree di foche;
  • l'organo si ingrandisce;
  • si manifestano ittero, ascite, nausea, perdita di peso;
  • il dolore è localizzato nell'ipocondrio destro;
  • diminuzione dell'appetito;
  • modifica dei parametri biochimici del sangue;
  • sangue dal naso;
  • milza ingrossata.

Carcinoma mammario

Questo è un altro tipo di malattia che spesso dà metastasi; possono essere colpiti diversi organi. La complicanza può rimanere latente a lungo anche dopo la rimozione del tumore. Più spesso le metastasi crescono nei polmoni, nelle ossa e nel fegato. Progrediscono rapidamente, ma non sono accompagnati da sintomi specifici (clinici o di laboratorio). Nel tempo, la malattia assume sintomi classici:

  • la comparsa del dolore;
  • perdita di appetito, quindi peso;
  • dolore allo stomaco;
  • aumento del volume del fegato, temperatura corporea.

Diagnostica

Se a una persona è stato precedentemente diagnosticato un cancro ai polmoni, allo stomaco, al retto, al seno, che è in grado di creare metastasi nel fegato, è necessario condurre esami regolari durante il trattamento e successivamente per riuscire a rilevare la comparsa di focolai neoplastici. Il rilevamento tempestivo delle metastasi migliora la sopravvivenza, semplifica il trattamento, perché è più facile rimuovere piccoli complessi senza disturbare la funzione dell'organo. Per la diagnosi, è necessario condurre un esame completo, che includa metodi strumentali di laboratorio:

  1. Per rilevare un aumento della transaminasi, viene eseguita una frazione di bilirubina, fosfatasi alcalina, proteine ​​totali, un esame del sangue biochimico.
  2. Studio immunoistochimico. Questa analisi è necessaria per identificare i marcatori tumorali: antigene prostatico specifico, gonadotropina corionica, alfa-fetoproteina. Ciò contribuirà a chiarire il luogo di sviluppo del tumore primario..
  3. Gli ultrasuoni (ultrasuoni) aiuteranno a determinare la relazione dei fuochi con i grandi vasi, le loro dimensioni.
  4. È necessario eseguire tomografia computerizzata (TC) o risonanza magnetica (risonanza magnetica) per ottenere ulteriori informazioni sulla localizzazione delle metastasi, che è importante per i chirurghi per eseguire un intervento chirurgico.
  5. L'angiografia aiuterà a determinare la vascolarizzazione delle lesioni, la connessione con le vene principali, le arterie.
  6. La natura delle formazioni neoplastiche aiuterà a determinare la biopsia epatica.

Trattamento del cancro al fegato con metastasi

Di norma, è estremamente difficile trattare il 4 ° stadio del cancro; la terapia comprende un approccio globale, che prevede l'immuno-, la chemioterapia e la radioterapia, la rimozione dei nodi. L'escissione chirurgica di quest'ultima viene raramente eseguita ora, nelle cliniche moderne usano metodi meno traumatici:

  • terapia mirata;
  • tecnica radiochirurgica;
  • chemioembolizzazione;
  • ablazione con radiofrequenza;
  • radio, chemioembolizzazione.

Un organo affetto da focolai neoplastici non può filtrare completamente il sangue dalle tossine. La dieta con metastasi epatiche è un punto importante durante il trattamento, una corretta alimentazione ridurrà il carico sull'organo. In questo caso, è possibile aderire ai seguenti consigli:

Cibi grassi, fritti, piccanti

Salse Conservanti

Prodotti lattiero-caseari grassi

Radioterapia

L'obiettivo principale di questo tipo di trattamento è ridurre il dolore. Esistono diversi tipi di radioterapia, ma tutti mirano alla distruzione delle neoplasie con la conservazione dei tessuti sani. Le metastasi nel fegato sono trattate con tali metodi:

  1. Terapia SRS. I singoli tumori vengono rimossi con potenti radiazioni focalizzate..
  2. Terapia SIRT. Decifrato come radioterapia interna selettiva. Durante la procedura, gli isotopi vengono irradiati sotto forma di capsule SIRT, che vengono iniettate attraverso la vena epatica mediante shunt..
  3. Cyber ​​Knife. Una tecnologia che aiuta a trattare efficacemente metastasi di diametro inferiore a 1 mm con fasci di punti fotonici.
  4. L'ipertermia locale o l'ablazione con radiofrequenza uccide i fuochi con temperature superiori a 700 gradi Celsius. Con la crescita di nuove metastasi, la procedura viene ripetuta.

Resezione epatica

L'essenza di questa procedura è rimuovere la parte dell'organo interessato che contiene il tumore. Di norma, viene eseguito durante la diagnosi del cancro al fegato, quando è necessario eliminare completamente le cellule maligne dal corpo. Per determinare l'efficacia della resezione, il chirurgo tiene conto dei seguenti importanti fattori:

  1. Per un funzionamento stabile dopo l'intervento chirurgico, è necessario conservare gran parte dell'organo. Altrimenti, è possibile la morte per insufficienza epatica..
  2. Palcoscenico. Se le metastasi si trovano in diverse parti dell'organo, il loro volume è grande, la rimozione chirurgica non può essere eseguita..
  3. La posizione dei tumori. Se i fuochi sono vicini ai vasi sanguigni, allora sono inutilizzabili. In tali casi, la chemioembolizzazione, la chemioterapia viene utilizzata per il trattamento..
  4. Cirrosi. L'epaectomia per le persone con questa malattia non viene eseguita, c'è un basso tasso di sopravvivenza a causa della malattia concomitante.

Chemioterapia

Secondo gli ultimi dati, la chemioterapia sistemica classica non mostra un'alta efficienza nel trattamento del fegato con metastasi. I migliori indicatori sono stati rilevati se il farmaco è stato iniettato direttamente nell'arteria epatica, ma questo metodo ha una serie di spiacevoli effetti collaterali. Le cliniche moderne offrono un'opzione meno tossica e più efficace per combattere le neoplasie: la chemioembolizzazione. Consiste nel chiudere il lume (embolizzazione) di un'arteria che alimenta una metastasi o un tumore.

La procedura viene eseguita utilizzando un farmaco che include un farmaco antitumorale. Questa terapia è di 2 tipi:

  1. Chemoembolizzazione con microsfere. A causa del materiale delle microsfere, è garantito un lungo contatto tra i citostatici e il tumore. Realizzato con un polimero altamente assorbente.
  2. Chemoembolizzazione ad olio. Questo tipo di embolizzante contiene un farmaco chemioterapico citostatico. Blocca i vasi sanguigni, entra nel tumore e rilascia gradualmente un farmaco antitumorale. Lo svantaggio di questa opzione è che l'embolizzatore non dura a lungo.

Trattamento delle metastasi epatiche con rimedi popolari

Esistono opzioni per ricette alternative che possono essere utilizzate come opzioni aggiuntive per il trattamento delle metastasi. Ricorda che le piante adatte al trattamento del fegato sono velenose, devi seguire attentamente tutte le raccomandazioni per la preparazione dei medicinali. Ricorda che curare le metastasi solo in questo modo non funziona, i fondi possono solo fungere da modo ausiliario per rafforzare il fegato.

Per preparare tinture contro le metastasi, hai bisogno di 25 grammi di semi di piante e 0,5 l di vodka. Conservare il prodotto per il trattamento del fegato per 10 giorni in un luogo buio, agitando di tanto in tanto. Dopo l'esposizione, filtrare il medicinale. Le metastasi sono trattate con una cicuta secondo questo schema:

  1. Prendi 30 minuti prima dei pasti.
  2. Il primo giorno, 1 goccia, quindi 2, e così via ogni giorno +1, fino a quando il dosaggio raggiunge 40.
  3. I primi 12 giorni, diluire il prodotto con 100 ml di acqua.
  4. Se compaiono segni di avvelenamento, ridurre il dosaggio..

Utilizzato in viola e bianco. Metti 0,5 litri di acqua bollente e un cucchiaio di fiori in un thermos. Dopo 4 ore, è necessario filtrare il prodotto. Per il trattamento delle metastasi, è necessario assumere 100 millilitri tre volte al giorno. Il trattamento del fegato con questo rimedio dura almeno tre settimane. Conservare la tintura pronta di fiori di patata per il trattamento delle metastasi in frigorifero.

Questa pianta è usata per trattare il fegato con metastasi. Avrai bisogno di erba fresca, tagliala accuratamente e mettila in una bolla di vetro (o solo in un barattolo), riempila di alcol (70%). Lasciare fermentare il prodotto per almeno 24 ore. Quindi devi prenderlo 1 cucchiaino per 5 giorni, quindi aumentare il dosaggio a un cucchiaio e bere altri venti giorni.

Metastasi epatiche

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il fegato è la localizzazione più frequente di metastasi ematogene di tumori, indipendentemente dal fatto che il tumore primario sia drenato dal sistema della vena porta o da altre vene della circolazione polmonare.

Le metastasi epatiche sono caratteristiche di molti tipi di tumore, in particolare quelli originati dal tratto gastrointestinale, dalla mammella, dal polmone e dal pancreas. I segni iniziali sono generalmente non specifici (ad esempio, perdita di peso, disagio nel quadrante in alto a destra dell'addome), ma a volte manifestano sintomi di cancro primario. Si possono prevedere metastasi epatiche in pazienti con perdita di peso, epatomegalia e in presenza di tumori primari con un aumentato rischio di metastasi epatiche. La diagnosi è generalmente confermata da metodi strumentali di indagine, il più delle volte ecografia o TC spirale con contrasto. Il trattamento di solito comprende la chemioterapia palliativa..

Codice ICD-10

Epidemiologia

Le metastasi epatiche sono rilevate in circa un terzo dei pazienti con cancro e con cancro allo stomaco, al seno, ai polmoni e al colon, sono osservate nella metà dei pazienti. I seguenti in frequenza di metastasi al fegato sono il cancro dell'esofago, del pancreas e del melanoma. Le metastasi epatiche di carcinoma prostatico e ovarico sono estremamente rare..

Il carcinoma epatico metastatico è più comune di quello primario ed è talvolta la prima manifestazione clinica di un tumore maligno nel tratto gastrointestinale, nella ghiandola mammaria, nel polmone o nel pancreas.

patogenesi

L'invasione del fegato invadendo i tumori maligni degli organi vicini, metastasi retrograda lungo le vie linfatiche e diffusione nei vasi sanguigni è relativamente rara.

Gli emboli portale entrano nel fegato da tumori maligni degli organi del bacino della vena porta. A volte i tumori primari dell'utero e delle ovaie, dei reni, della prostata o della vescica possono colpire i tessuti vicini, il sangue dal quale scorre nel sistema della vena porta, che può portare a emboliche metastasi epatiche; tuttavia, le metastasi epatiche da questi organi sono estremamente rare..

Semina metastatica attraverso l'arteria epatica, che apparentemente si verifica frequentemente, è difficile da stabilire istologicamente, dal momento che il quadro è lo stesso delle metastasi intraepatiche.

Immagine macroscopica

Il grado di danno epatico può variare. È possibile rilevare solo microscopicamente 1-2 nodi o un fegato notevolmente ingrandito, "imbottito" con metastasi. Spesso, la massa del fegato raggiunge i 5000 grammi Un caso viene descritto quando la massa del fegato colpita dalle metastasi era di 21.500 grammi Le metastasi di solito hanno un colore bianco e confini chiari. La consistenza del tumore dipende dal rapporto tra il volume delle cellule tumorali e lo stroma fibroso. A volte si notano ammorbidimento della parte centrale del tumore, necrosi e impregnazione emorragica. La necrosi centrale dei nodi metastatici è una conseguenza di insufficiente afflusso di sangue; porta alla comparsa di ritratti sulla superficie del fegato. Sui nodi metastatici situati alla periferia, si sviluppa spesso la periepatite. I nodi sono talvolta circondati da una zona di iperemia venosa. Spesso c'è un'invasione della vena porta. Le arterie sono raramente colpite da coaguli di tumore, sebbene possano essere circondate da tessuto maligno..

Le cellule tumorali si metastatizzano rapidamente con il coinvolgimento di ampie aree del fegato sia lungo i percorsi linfatici perovascolari che lungo i rami della vena porta.

I risultati dell'angiografia indicano che, a differenza del carcinoma epatocellulare, l'afflusso di sangue arterioso alle metastasi epatiche è scarsamente espresso. Ciò è particolarmente vero per le metastasi dei tumori primari del tratto gastrointestinale.

Esame istologico

Le metastasi epatiche possono avere la stessa struttura istologica del tumore primario. Tuttavia, questa non è la regola; spesso il focus primario è un tumore altamente differenziato, mentre le sue metastasi epatiche possono essere così scarsamente differenziate che è impossibile stabilire la loro origine usando l'esame istologico.

Sintomi delle metastasi epatiche

Le metastasi epatiche iniziali possono essere asintomatiche. Inizialmente compaiono spesso sintomi non specifici (ad esempio perdita di peso, anoressia, febbre). Il fegato può essere ingrossato, denso e doloroso; grave epatomegalia con nodi facilmente palpabili mostra una lesione progressiva. I sintomi rari ma caratteristici sono il rumore dell'abrasione del peritoneo sul fegato e il dolore alla pleurite al petto, il dolore nella parte destra. A volte si sviluppa la splenomegalia, specialmente nel caso del cancro del pancreas. La diffusione di un tumore con una lesione del peritoneo può causare ascite, ma l'ittero è di solito assente o leggermente espresso solo se il tumore non causa ostruzione biliare. Nella fase terminale, l'ittero progressivo e l'encefalopatia epatica sono portatori di morte.

Il quadro clinico può consistere in sintomi di metastasi epatiche e sintomi del tumore primario.

I pazienti lamentano malessere, aumento della fatica e perdita di peso. La sensazione di pienezza e pesantezza nell'addome superiore è dovuta a un aumento delle dimensioni del fegato. A volte è possibile dolore addominale acuto o parossistico, che simula la colica biliare. Febbre e sudorazione sono possibili.

In caso di una significativa riduzione del peso corporeo, i pazienti sembrano esausti, si nota un aumento dell'addome. Il fegato può avere dimensioni normali, ma a volte cresce così tanto che i suoi contorni sono visibili nell'addome superiore. I nodi metastatici hanno una consistenza densa, a volte con retrazioni ombelicali sulla superficie. Il rumore dell'attrito può essere udito sopra di loro. A causa della scarsa afflusso di sangue, il soffio arterioso è assente. La splenomegalia è comune, anche con la normale pervietà della vena porta. L'ittero è leggermente espresso o assente. L'ittero intenso indica l'invasione dei grandi dotti biliari.

Il gonfiore degli arti inferiori e la dilatazione delle vene della parete addominale anteriore indicano la compressione della vena cava inferiore da parte del fegato interessato.

I linfonodi sopraclaveari a destra possono essere interessati.

Il versamento pleurico insieme ad alcuni altri sintomi locali può indicare metastasi polmonari o presenza di un tumore primario nel polmone.

Lo sviluppo dell'ascite riflette il coinvolgimento del peritoneo nel processo e, in alcuni casi, della trombosi venosa portale. A causa della trombosi venosa portale e dell'ipertensione portale, può svilupparsi sanguinamento. Una rara complicazione delle metastasi epatiche nel carcinoma mammario, del colon o delle piccole cellule è lo sviluppo dell'ittero ostruttivo.

Le metastasi sono la causa più comune del vero ingrossamento del fegato..

L'ipoglicemia è un raro sintomo di metastasi epatiche. Il tumore primario in questo caso è di solito il sarcoma. In rari casi, una massiccia infiltrazione tumorale e un infarto del parenchima epatico possono portare a insufficienza epatica fulminante.

Se i tumori carcinoidi maligni dell'intestino tenue e dei bronchi sono accompagnati da disturbi vasomotori e stenosi dei bronchi, allora vengono sempre rilevate più metastasi nel fegato.

Lo scolorimento delle feci si verifica solo con un'ostruzione completa del dotto biliare. Quando il tumore primario è localizzato nel tratto digestivo, l'analisi delle feci per il sangue occulto può essere positiva..

Dove ti fa male?

Che preoccupazioni?

Diagnosi di metastasi epatiche

Se si sospettano metastasi epatiche, di solito vengono eseguiti test epatici funzionali, ma il più delle volte non sono specifici per questa patologia. È caratteristico un aumento precoce della fosfatasi alcalina, della gamma glutamil transpeptidasi e talvolta - in misura maggiore rispetto ad altri enzimi - i livelli LDP delle aminotransferasi. Gli studi strumentali sono abbastanza sensibili e specifici. L'ecografia è generalmente istruttiva, ma una scansione TC spirale con contrasto spesso fornisce risultati più accurati. La risonanza magnetica è relativamente accurata.

Una biopsia epatica fornisce una diagnosi finale e viene eseguita in caso di informazioni insufficienti su altri studi o, se necessario, verifica istologica (ad esempio, il tipo di cellule di metastasi epatiche) per selezionare un metodo di trattamento. Preferibilmente, una biopsia viene eseguita in ecografia o TC.

Parametri biochimici

Anche con un fegato di grandi dimensioni, la sua funzione può persistere. La compressione di dotti biliari intraepatici relativamente piccoli può non essere accompagnata da ittero. Il deflusso della bile può essere effettuato attraverso dotti non interessati. Un aumento del livello sierico di bilirubina al di sopra del 2 mg% (34 μmol / L) indica una ridotta pervietà dei grandi dotti biliari nell'area della porta epatica.

I criteri biochimici per il danno epatico da metastasi includono una maggiore attività della fosfatasi alcalina o LDH. Forse un aumento dell'attività delle transaminasi sieriche. Se la concentrazione di bilirubina nel siero, così come l'attività di fosfatasi alcalina, LDH e transaminasi sono entro limiti normali, la probabilità di assenza di metastasi è del 98%.

La concentrazione sierica di albumina è normale o leggermente ridotta. I livelli sierici di globulina possono aumentare, a volte in modo significativo. L'elettroforesi può rivelare un aumento dell'alfa2- o y-globuline.

In alcuni pazienti, l'antigene carcinoembryonic viene rilevato nel siero.

Nel fluido ascitico, il contenuto proteico è aumentato, a volte è presente un antigene carcinoembrionale; L'attività di LDH è 3 volte superiore a quella nel siero.

Cambiamenti ematologici

Abbastanza spesso si verifica la leucocitosi neutrofila, a volte il numero di leucociti aumenta a 40-50 • 10 9 / l. Possibile lieve anemia.

Biopsia epatica

Il significato diagnostico di una biopsia epatica aumenta quando viene eseguito sotto controllo visivo con ultrasuoni, TC o peritoneoscopia. Il tessuto tumorale ha un caratteristico colore bianco e una consistenza friabile. Se non riesci a ottenere una colonna di tessuto tumorale, dovresti esaminare eventuali coaguli di sangue o detriti per la presenza di cellule tumorali. Anche se le cellule tumorali non potevano essere aspirate, l'identificazione di dotti biliari proliferanti e patologici e neutrofili nei tratti del portale edematoso, nonché la dilatazione focale dei sinusoidi, indica la presenza di metastasi nelle aree adiacenti.

Un esame istologico dei farmaci non consente sempre di stabilire la localizzazione del tumore primario, soprattutto con anaplasia grave delle metastasi. L'esame citologico delle impronte dei campioni di fluido aspirato e biopsia può aumentare leggermente il valore diagnostico del metodo.

La colorazione istochimica è particolarmente importante durante l'esame citologico e le piccole dimensioni del campione di tessuto risultante. Gli anticorpi monoclonali, in particolare HEPPARI, che reagiscono con gli epatociti ma non con l'epitelio del dotto biliare e le cellule epatiche non parenchimali, distinguono il carcinoma epatico primario da metastatico.

La probabilità di rilevare metastasi con una biopsia epatica da puntura è maggiore con una significativa massa tumorale, grandi dimensioni del fegato e presenza di nodi palpabili.

Esame radiografico

La radiografia dell'indagine dell'addome rivela un aumento delle dimensioni del fegato. Il diaframma può essere sollevato e avere contorni irregolari. Raramente si osserva calcificazione di tumore primario o emangiomi e metastasi di tumore del colon, della mammella, della tiroide e dei bronchi.

La radiografia del torace può rivelare metastasi polmonari concomitanti.

Uno studio di contrasto a raggi X del tratto gastrointestinale superiore con bario consente la visualizzazione delle vene varicose dell'esofago, lo spostamento dello stomaco a sinistra e la rigidità di una minore curvatura. L'irrigoscopia rivela il prolasso dell'angolo epatico e del colon trasverso.

lettura

La scansione di solito rivela lesioni con un diametro superiore a 2 cm. È importante stabilire la dimensione dei nodi del tumore, il loro numero e posizione, che è necessario per valutare la possibilità di resezione epatica e monitorare il paziente.

L'ecografia è un metodo diagnostico semplice ed efficace che non richiede grandi spese. Le metastasi ad ultrasuoni sembrano focolai ecogeni. L'ecografia intraoperatoria è particolarmente efficace per la diagnosi di metastasi epatiche..

Nell'ipertensione, le metastasi hanno l'aspetto di focolai con basso assorbimento di radiazioni. Le metastasi dal colon di solito hanno un grande centro avascolare con l'accumulo di mezzo di contrasto attorno alla periferia sotto forma di un anello. In circa il 29% dei pazienti sottoposti a resezione del cancro del colon, la TC rivela metastasi epatiche latenti. L'accumulo ritardato di mezzo di contrasto aumenta la frequenza di rilevazione delle metastasi. La TC viene anche utilizzata con il contrasto di iodolipolo..

La risonanza magnetica in modalità T1 è il metodo migliore per rilevare le metastasi del cancro del colon nel fegato. Le immagini pesate in T2 rivelano l'edema di aree del tessuto epatico adiacenti ai fuochi delle metastasi.

La risonanza magnetica con l'introduzione di ossido di ferro o gadolinio è più sensibile. L'ecografia Doppler a colori duplex rivela una stasi meno pronunciata nella vena porta rispetto alla cirrosi e all'ipertensione portale.

Difficoltà diagnostiche

In un paziente con un tumore primario diagnosticato e sospetta metastasi epatica, di solito non è possibile confermare la presenza di metastasi sulla base di dati clinici. Il possibile danno metastatico al fegato è indicato da un aumento della bilirubina sierica, dell'attività sierica delle transaminasi e fosfatasi alcalina. Una biopsia di aspirazione del fegato, la scansione e la peritoneoscopia vengono eseguite per confermare la diagnosi..

Un altro problema diagnostico, che è, di regola, di interesse puramente scientifico, è la posizione sconosciuta del tumore primario nel danno metastatico diagnosticato al fegato. Il tumore primario può essere carcinoma mammario, carcinoma tiroideo e carcinoma polmonare. I risultati positivi di uno studio sulle feci per il sangue occulto indicano la localizzazione del tumore nel tratto gastrointestinale. Le indicazioni di una storia di tumori della pelle rimossi e la presenza di nevi suggeriscono il melanoma. Il sospetto di cancro del corpo pancreatico impone la necessità di colangiopancreatografia retrograda endoscopica. In genere, i risultati di una biopsia di puntura del fegato possono stabilire la posizione del tumore primario. Tuttavia, a volte una biopsia rivela solo cellule squamose, scirrose, cilindriche o anaplastiche, ma la localizzazione del focus primario rimane sconosciuta..

Cosa devi esaminare?

Come sondare?

Quali test sono necessari?

Chi contattare?

Trattamento delle metastasi epatiche

Il trattamento dipende dal grado di metastasi. Con metastasi singole o multiple nel carcinoma del colon-retto, la resezione può prolungare la vita del paziente. A seconda delle caratteristiche del tumore primario, la chemioterapia generale può ridurre il tumore e prolungare la vita, ma non porta al recupero; la chemioterapia intraarteriosa a volte raggiunge gli stessi risultati con eventi avversi sistemici minori o meno gravi. La radioterapia del fegato a volte allevia il dolore con metastasi comuni, ma non prolunga la vita. Una malattia comune è fatale, quindi la migliore tattica in questo caso è il trattamento palliativo del paziente e aiutare la famiglia.

I risultati del trattamento rimangono insoddisfacenti. Nei pazienti con una prognosi più favorevole senza trattamento (ad esempio, nei pazienti con carcinoma del colon-retto con metastasi epatiche), migliora con un trattamento specifico La maggior parte dei risultati pubblicati sono stati ottenuti in studi non controllati. Tuttavia, il trattamento deve essere effettuato in tutti i casi in modo da non privare la speranza dei pazienti e dei loro parenti. Viene scelto il metodo di trattamento che probabilmente rallenta la crescita del tumore con il minor numero di effetti collaterali..

La terapia combinata viene eseguita con 5-fluorouracile e mitoxantrone in combinazione con metotrexato e lomustina. È accompagnato da gravi effetti collaterali e non ci sono risultati di studi controllati. I migliori risultati del trattamento si osservano con metastasi del carcinoma mammario..

Le metastasi sono resistenti alla radioterapia. Con la sindrome carcinoide, è indicato un intervento chirurgico, che è associato ad un alto rischio. Allo stesso tempo, i nodi metastatici sono facilmente puliti. Apparentemente, è preferibile l'embolizzazione dei rami dell'arteria epatica che alimentano i nodi tumorali. Con metastasi di altri tumori, ricorrono anche all'embolizzazione delle arterie con schiuma di gelatina.

L'introduzione della chemioterapia nell'arteria epatica

I tumori epatici primari e secondari vengono alimentati con sangue principalmente dall'arteria epatica, anche se la vena porta svolge anche un piccolo ruolo in questo. I citostatici possono essere presi di mira attraverso il cateterismo dell'arteria epatica. Un catetere viene solitamente posizionato nell'arteria epatica, introducendolo attraverso l'arteria gastroduodenale. La cistifellea viene rimossa. Come farmaco chemioterapico, viene solitamente utilizzata la floxuridina, l'80-95% dei quali viene assorbito durante il primo passaggio attraverso il fegato. Viene somministrato con un infusore impiantabile gradualmente ogni mese per 2 settimane..

Questo trattamento porta alla regressione del tumore nel 20% dei pazienti e allevia la condizione nel 50%. Con il cancro del colon e del retto, l'aspettativa di vita con tale trattamento è aumentata a 26 mesi rispetto agli 8 mesi nel gruppo di controllo. Secondo uno studio, i risultati della chemioterapia regionale erano migliori dei risultati della terapia sistemica. In un altro studio, quando la chemioterapia è stata somministrata attraverso l'arteria epatica, il miglioramento è stato ottenuto in 35 su 69 pazienti, la condizione è rimasta invariata in 9 e la progressione del tumore è stata osservata in 25.

Le complicanze comprendevano disfunzione di sepsi e catetere, ulcere peptiche, colecistite chimica ed epatite e colangite sclerosante.

La perfusione di farmaci attraverso l'arteria epatica può essere utilizzata come trattamento aggiuntivo dopo la resezione del fegato.

C'è un rapporto sulla combinazione di crioterapia con perfusione regionale di citostatici attraverso l'arteria epatica.

La fotocoagulazione laser interstiziale è stata eseguita anche sotto la guida ecografica. La TAC ha rivelato una riduzione del 50% del volume del tumore.

Rimozione delle metastasi da cancro al colon

I tumori metastatici crescono lentamente, possono essere singoli, la maggior parte di essi è localizzata sottocapsulare. La resezione dell'area interessata del fegato può essere eseguita nel 5-10% dei pazienti. Prima dell'operazione, viene eseguita una scansione del fegato. La TC ha un'alta sensibilità durante la portografia arteriosa. È inoltre necessaria un'ecografia intraoperatoria. La resezione del fegato è indicata in quei casi in cui non ha più di quattro metastasi e non vi sono danni ad altri organi e gravi malattie concomitanti. Per ogni quarto paziente durante l'operazione, è necessario aumentare il volume stimato di resezione e per ogni ottavo - abbandonarlo. Lobectomia o segmentectomia di solito eseguita..

In uno studio multicentrico che ha coinvolto 607 pazienti con metastasi resecate, la ricaduta delle metastasi epatiche è stata osservata nel 43% dei pazienti e la ricaduta delle metastasi polmonari nel 31%. Nel 36% dei pazienti, la ricaduta è stata rilevata durante il primo anno. Senza segni di recidiva del tumore, un periodo di 5 anni è stato sperimentato dal 25% dei pazienti. In un altro studio, la sopravvivenza a 10 anni era piuttosto elevata al 21%. Se la concentrazione di antigene carcinoembrionale nel siero dei pazienti non superava i 200 ng / ml, il bordo della resezione non era inferiore a 1 cm dal tumore e la massa del tessuto epatico asportato era inferiore a 1000 g, la sopravvivenza a 5 anni senza segni di ricaduta superava il 50%. Un aumento del rischio di recidiva si nota in quei casi in cui la resezione non riesce a ritirarsi dal tumore a una distanza sufficiente e quando le metastasi sono localizzate in entrambi i lobi. In uno studio condotto su 150 pazienti, la resezione epatica (46% dei pazienti) ha permesso un aumento dell'aspettativa di vita a una media di 37 mesi, dopo resezione "non radicale" (12% dei pazienti), l'aspettativa di vita era di 21,2 mesi e per tumori non resecabili (42% dei pazienti ) - 16,5 mesi.

Tuttavia, per una valutazione finale dell'efficacia del trattamento chirurgico delle metastasi epatiche, sono necessari studi controllati.

Trapianto di fegato

La sopravvivenza a due anni dopo il trapianto di fegato con carcinoma metastatico è in media solo del 6%.

Più efficace è stato il trapianto di fegato in pazienti con tumori del pancreas endocrino e metastasi epatiche, a condizione che anche il tumore primario fosse rimosso.

previsione

La prognosi dipende dalla posizione del tumore primario e dal suo grado di malignità. In generale, i pazienti muoiono entro un anno dal rilevamento delle metastasi epatiche. Una prognosi relativamente più favorevole si osserva con tumori del retto e del colon. L'aspettativa di vita media dei pazienti con metastasi epatiche dopo resezione del colon è di 12 ± 8 mesi.